Il nuovo Dall’Ara secondo i tifosi rossoblu: restyling, museo e copertura totale dei settori

Il nuovo Dall’Ara secondo i tifosi rossoblu: restyling, museo e copertura totale dei settori

I supporter del Bologna dicono la loro sulla questione stadio attraverso un sondaggio realizzato da Nomisma.

L’idea di Saputo sul progetto stadio è perfettamente in accordo con quella della maggior parte dei tifosi del Bologna: questo appare evidente dal sondaggio effettuato da Nomisma, che ha analizzato propensioni e aspettative dei simpatizzanti rossoblu in relazione al nuovo impianto sportivo. Il campione utilizzato comprende mille persone residenti a Bologna tra cui 450 tifosi del Bfc. Ben il 77% di loro ha confermato la volontà di effettuare il restyling del Dall’Ara, così come progettato da Saputo, il 13% vorrebbe invece un completo rifacimento della struttura originale sempre nello stesso posto, mentre solo il 7% vorrebbe costruire un nuovo stadio in un posto diverso. L’attaccamento alla tradizione e alla storia di questo impianto è quindi ancora forte tra i tifosi rossoblu.

Riguardo le altre innovazioni previste per lo stadio quasi tutti i tifosi sono d’accordo su una cosa: il 96% vuole una copertura totale di tutti i settori. Un’esigenza primaria sono anche i bar, i ristoranti e le pizzerie per il pre e post partita, richieste dal 62% dei tifosi. C’è grande interesse anche per il museo del Bologna, la cui realizzazione è stata suggerita dall’85% dei partecipanti al sondaggio. Ancora una volta diventa rilevante la gloriosa storia del club rossoblu. I supporter nel nuovo Dall’Ara vorrebbero inoltre avere la possibilità di vedere gli allenamenti del Bfc, ma anche di avere a disposizione servizi di intrattenimento per i bambini durante la partita.

Non solo calcio però al nuovo Dall’Ara: il 74% dei partecipanti suggerisce che l’impianto sia aperto tutto l’anno e venga sfruttato anche per eventi e concerti.

Lo riporta CalcioeFinanza.it.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy