Il doppio ex Bonini: “Saputo è sulla strada giusta, vede lontano. Juventus un modello”

Il doppio ex Bonini: “Saputo è sulla strada giusta, vede lontano. Juventus un modello”

Massimo Bonini, un doppio ex di Juve e Bologna, ha parlato al Resto del Carlino: “Sarà una partita strana”.

In vista della gara di oggi tra Bologna e Juventus, ha parlato il doppio ex Massimo Bonini al Resto del Carlino.

Oggi, a 57 anni, è il direttore tecnico di San Marino, che mercoledì affronterà l’Italia di Ventura a Empoli ed è uno dei pochi ad aver indossato sia il rossoblù del Bologna (96 partite e 4 gol tra il 1988 e il ‘93) che il bianconero della Juventus (192 partite, 5 gol tra il 1981 e l’88). Con la Signora ha vinto tutto, con il Bologna andò peggio perché visse il bel calcio di Maifredi, ma retrocesse anche. Queste le sue considerazioni.

Il pronostico: ” E’ una partita strana, mi aspetto che Allegri faccia riposare qualcuno, ma la Juventus ormai ha preso una spinta tale che potrebbe far giocare anche il magazziniere, tanto sono in fiducia. L’ho vista contro la Lazio nella finale di Coppa Italia, quando decide di vincere, la squadra di Allegri vince”.

Sul campionato del Bologna: ” Penso che i tifosi debbano stare tranquilli: hanno una grande società e un grandissimo presidente, che sta lavorando bene. Il fatto che abbia scelto di intervenire prima sull’acquisizione del centro tecnico e sul rinnovo dello stadio Dall’Ara significa che vede lontano, il futuro del calcio è questo. Il Bologna di Saputo sta muovendo i primi passi nella direzione giusta”.

Sul suo Bologna: “Fu una sorpresa, Maifredi proponeva cose che adesso fanno tutti, ma allora erano novità. Giocavamo un gran calcio, e poi Bologna è una città fantastica dove tutti si trovano bene, ti lasciano vivere. E infatti molti calciatori poi si sono fermati in città”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy