Il Bologna non molla mai: 4 punti conquistati nei minuti di recupero

Il Bologna non molla mai: 4 punti conquistati nei minuti di recupero

Così come aveva fatto contro il Carpi, domenica a Genova il Bologna ha portato a casa la vittoria con un gol a pochi istanti dalla fine, facendo esplodere tutti i tifosi. La squadra di Donadoni è quella che ha conquistato più punti nei minuti di recupero dopo il novantesimo, dimostrazione che il Bologna non muore mai.

Il gol allo scadere ha sempre un sapore speciale, sia per la squadra sia per i tifosi. Quando scatta la cosiddetta Zona Cesarini il Bologna cambia pelle, diventa cinico, letale, riesce a risolvere partite che sembravano ormai finite. Rossettini sabato al minuto 91′ ha fatto esplodere di gioia il settore ospiti di Marassi, così come aveva fatto Masina contro il Carpi.

Queste due reti realizzate nei minuti di recupero hanno fruttato ben quattro punti e permettono al Bologna di collocarsi al primo posto nella classifica dei punti conquistati dopo il novantesimo. Vincere le partite nei minuti di recupero significa non mollare mai, crederci sempre e avere anche un po’ di fortuna. Questo spirito rende orgogliosi i tifosi che dai propri beniamini vogliono proprio questo: la voglia di vincere e il non arrendersi mai. Le vittorie a Carpi e a Genova ottenute negli ultimi istanti del match sono state fin qui fondamentali nella corsa salvezza, con quattro punti in meno infatti, il Bologna ora sarebbe inguaiato nella zona rossa. Oltre ai due gol realizzati nel recupero i rossoblu ne hanno anche subito uno, il raddoppio di Vives a Torino, per fortuna ininfluente sul risultato finale che vedeva i felsinei già perdenti.

Come Stadio, dietro al Bologna in questa speciale classifica si colloca il Frosinone, che ha guadagnato 3 punti contro Carpi e Juventus, insieme al Genoa protagonista sempre di finali scoppiettanti con 3 punti all’attivo dopo il novantesimo. Fanalino di coda è l’Atalanta che ha subito tre reti realizzandone solo una e si trova in negativo di tre punti. Anche tutte le “grandi” fra cui Inter, Juventus e Napoli in questa graduatoria sono dietro al Bologna, una squadra che non molla mai fino all’ultimo secondo.

Se dopo il novantesimo i rossoblu danno il massimo per segnare, è proprio nei dieci minuti precedenti che invece c’è un calo. Sono cinque infatti le reti incassate tra il minuto 80 e il minuto 90, Floro Flores poi Kalinic, Duvan Zapata e infine la doppietta di Higuain, gol che sono stati decisivi per il risultato finale fortunatamente solo in due occasioni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy