Il Bologna e quei ricordi al Rigamonti…

Il Bologna e quei ricordi al Rigamonti…

Tanti intrecci tra Brescia e Bologna, tante storie vissute tra le due squadre e una che tutti ci ricordiamo benissimo, anche perché è la più recente. 5 maggio (data molto ricorrente in eventi indelebili) 2002, il Bologna di Guidolin si gioca la Champions ma naufraga sotto i colpi di Bachini, Baggio (l’ex di turno) e Toni, i rossoblù passano in soli novanta minuti dalle stelle all’Intertoto. In panchina per le rondinelle? Carlo Mazzone. Non solo, in campo con il Brescia c’era quel Calori oggi tecnico in cerca di una disperata salvezza nonostante sei punti di penalizzazione, lo stesso Calori che ieri ha fatto allenare i suoi sui gradoni dello stadio. Ci sarebbero poi tanti altri intrecci, Corioni presidente di entrambe le società, Maifredi allenatore qui e collaboratore là, per concludere con i giocatori passati da Brescia ma esplosi qui. Come dimenticarsi Diamanti e Kone…Ci sarebbe poi anche Matuzalem, lanciato nel grande calcio da Mazzone proprio nel 2002. Infine, i Quaggiotto. Papà Alessandro ottenne una promozione con Maifredi a metà anni ottanta nel Bologna, il figlio ha collezionato quest’anno 15 presenze con il Brescia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy