Il Bologna e il buio nella ripresa, un trend da invertire

Il Bologna e il buio nella ripresa, un trend da invertire

Dai 6 agli 8 punti buttati dal Bologna nei secondi tempi, tra vittorie mancate e pareggi sfuggiti i rossoblù potrebbero avere un’altra posizione di classifica

Donadoni nelle prime tre partite non solo è riuscito a risollevare la classifica di un Bologna triste e solitario in zona retrocessione, ma anche ad invertire alcune recidive statistiche che stavano compromettendo il cammino in Serie A della squadra rossoblù. Non solo il problema del gol e la mancanza di tiri verso lo specchio, ma anche il cronico problema di un Bologna quasi sempre rimontato nella ripresa. Contro Atalanta e Roma i ragazzi di Donadoni hanno agguantato quattro punti nei secondi quarantacinque minuti, ma non sempre – come sappiamo – è andata così.

Quanti punti ha buttato il Bologna nei secondi tempi? Tanti, tantissimi. Si parte dalla rete di Floro Flores al minuto 86 di Bologna-Sassuolo, addirittura nata da un calcio d’angolo battuto dai rossoblù, passando per le reti di Eder e Soriano che sancirono la sconfitta a Genova ad un quarto d’ora dalla fine, concludendo con quelle di Kuba e Kalinicic a Firenze per un altro due a zero in trasferta. Siamo solo a settembre e i rossoblù hanno lasciato per strada già tre punti.

Clamorosa invece la sconfitta interna del 27 settembre contro l’Udinese, una partita che il Bologna stava controllando e che ha visto i felsinei sprecare due palle ghiottissime per il due a zero dopo la solita rete di Mounier. Non sfruttate quelle, e grazie agli ingressi di Di Natale e Lodi, Colantuono ha ribaltato la partita con il minimo sforzo e con un gol in fuorigioco. Vogliamo parlare di tre punti buttati? Forse è eccessivo, ma quantomeno il pari sarebbe stato alla portata. Non è finita qui, anche allo Juventus Stadium il Bologna passa avanti, viene riacciuffato alla mezzora da Morata e poi cade nella ripresa con Dybala e Khedira, si potrebbe parlare di punti persi anche in questo caso ma l’avversario non era certo dei migliori. Un’altro punto buttato, che ha sancito l’allontanamento di Delio Rossi, è quello interno contro l’Inter, in una partita che i rossoblù avevano controllato con sapienza, limitando una Inter in difficoltà e sotto ritmo. Peccato davvero per quell’errore difensivo al minuto 67 che ha portato alla rete di Icardi. Ancora più incredibile il gol mangiato da Destro nel finale. Infine, la gara di Torino, amministrata dai rossoblù senza rischiare troppo fino a quel gol di Belotti viziato da un evidente fallo di mano. Fanno in tutto almeno sei punti cestinati nella ripresa, otto se consideriamo la mancata vittoria contro l’Udinese. Da 13 si passerebbe almeno a 19, tutto un altro andare. Con quella posizione di classifica, forse ci sarebbe ancora Delio Rossi sulla panchina e magari sarebbero arrivati meno di sette punti nelle ultime quattro gare. Chissà. Ciò che resta però è una propensione del Bologna a cadere nei secondi tempi, sperando che il capitombolo di sabato con Donadoni in panchina sia solo un incidente di percorso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy