Il Bologna a Reggio Emilia: l’amarcord

Il Bologna a Reggio Emilia: l’amarcord

di Amos Segal

Domenica alle 15:00, allo stadio di Reggio Emilia una sfida tra compagini della stessa regione, una gara quindi al 100% emiliana: Sassuolo-Bologna.

I neroverdi della provincia di Modena agli ordini di mister Eusebio Di Francesco, reduci dal pareggio nell’incontro infrasettimanale di mercoledì 20 contro i granata per il recupero della sedicesima giornata, affronteranno i rossoblù di Roberto Donadoni, che hanno fame di punti e di vittorie dopo il pareggio contro la Lazio la giornata precedente.

Una delle particolarità della gara è che si disputerà nell’impianto sportivo della città dove nacque il Tricolore Italiano, il quale ha preso diverse denominazioni nel tempo, oltre ad ospitare tre squadre: inaugurato nel 1995 per le gare interne dei granata di Reggio, che esordirono perdendo per 2-1 contro la Juventus (18 aprile) che poi si laureerà campione nazionale, lo stadio di Reggio Emilia dopo la denominazione ‘Giglio’ ha cambiato altre due volte nome.

Dopo la Reggiana, la seconda squadra a beneficiare del suo uso fu il Carpi, nella stagione 2011-2012, quando militava in Lega Pro (terza classificata, perderà gli spareggi play-off contro la Pro Vercelli), fino appunto ad arrivare al Sassuolo, che ancora oggi lo utilizza per le sue gare interne.

Proprio con l’arrivo dei neroverdi, l’impianto assume infine la denominazione attuale “Mapei Stadium – Città del Tricolore”.

Essendo quella di domani quasi una sfida inedita tra Sassuolo e Bologna a Reggio (un solo precedente), abbiamo ripercorso la storia analizzando le volte in cui i rossoblù sono scesi in campo al Mapei Stadium.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy