I progetti di Saputo e il Bologna che verrà

I progetti di Saputo e il Bologna che verrà

Ieri Saputo è sbarcato a Bologna per il cda, oggi riparte in Canada con Donadoni

Ieri, come previsto il presidente Saputo è sbarcato a Bologna attorno alle 14.

Dopo una breve visita a Casteldebole, alle 16 ha presieduto il cda durato un’ora e mezza che ha visto al centro del dibattito la questione bilancio, il progetto intorno al nuovo centro tecnico, l’interrogativo sul futuro ds e la questione Dall’Ara.

Per l’esercizio 2015-2016 ad oggi si prevede un passivo di circa 30 milioni, cifra che potrebbe eventualmente ridursi se, per esempio, la dirigenza riuscirà a vendere nella prossima sessione di mercato.

Per quanto riguarda Casteldebole(acquisto dei terreni e ampliamento degli immobili) non ci sono problemi e da oggi in Canada si comincia a progettare il futuro del Bologna.

Il patron rossoblù si porterà in Canada lo stesso Donadoni. Ufficialmente per mostrargli il Montreal impact, creatura canadese del presidente ma in realtà per discutere sull’idea di Bologna che il tecnico ha in testa.

La prossima settimana è previsto l’arrivo in Canada anche dell’ad Fenucci(che ha ricevuto il premio Calabrese) anche perché da un momento all’altro gli architetti di Bologna e Soprintendenza potrebbero scendere in campo per confrontarsi sulle indicazioni fornite dal Ministero sul nuovo Dall’Ara.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy