Giordano: “Verdi arrabbiato dal finale di stagione. Donadoni? Il club valuta”

Giordano: “Verdi arrabbiato dal finale di stagione. Donadoni? Il club valuta”

Le parole di Marcello Giordano a Radio1909

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Consueto appuntamento del martedì con ‘Tutti al mercato’ su Radio1909.it. L’esperto di mercato del Resto del Carlino Marcello Giordano ha affrontato la delicata situazione che affligge il Bologna dopo la sconfitta con il Chievo:

Prende forma la girandola di allenatori, Mancini è il nuovo c.t. della Nazionale, mentre Allegri dovrebbe restare a Torino. Si allontana invece Sarri da Napoli, con Ancelotti e Giampaolo papabili sostituti, mentre la Samp guarda proprio a De Zerbi come futuro tecnico. Si muove anche il mercato. Continuano i rumors su Verdi, che piace a Roma e Inter è assodato, ma i due club si sono mossi anche su Ilicic, come il Siviglia che aveva provato anche a sondare il terreno sul numero nove rossoblù. Poi c’è il Napoli che non ha mollato la presa. Il ragazzo domenica ci ha provato in tutti i modi ed è uscito deluso e arrabbiato alla fine, da quella reazione si può desumere che Verdi un’altra stagione con un finale così se la risparmierebbe. A fine stagione magari chiederà alcune garanzie prima di riflettere sul suo futuro”.

Ancora Giordano: “Anche il Bologna dovrà fare chiarezza. La dirigenza si augura che Verdi rimanga ma tutti agiscono di plusvalenza e la sensazione è che di fronte a una nuova offerta il Bologna rimetterà la scelta nelle mani di Verdi. Per il club arriverebbero tanti soldi in entrata. Poi c’è il resto. Gli acquisti estivi non hanno reso, poi a metà stagione qualcosa non è andato perché Bigon si aspettava uno scatto da febbraio in poi. Ci sarà una riflessione, si analizzerà tutto, i limiti dei giocatori, la gestione dell’allenatore, gli infortuni. Insomma, sarà tempo di valutazioni. Domande che porteranno a determinare le scelte future”.

Su Donadoni: “I nodi stanno venendo al pettine, e poi c’è una frattura evidente con la piazza. A Casteldebole si ragiona sulla figura del tecnico, il club illustrerà a Donadoni la propria strategia e sarà lui stesso a dire se è d’accordo o meno. Bigon, ad esempio, ha già detto che non intende fare una rivoluzione e pensa che questa squadra possa fare di più di quanto fatto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy