Giaccherini, ecco perché il suo ritorno è importante

Giaccherini, ecco perché il suo ritorno è importante

L’importante ritorno di Emanuele Giaccherini

Un anno e mezzo di infortuni, poi un purgatorio fatto di problemi muscolari fastidiosi che hanno privato il Bologna di un elemento importante, quasi decisivo. Dopo pochi minuti out a Genova, si riprende, ritorna in gruppo e Rossi lo rischia di nuovo contro il Frosinone, mezzora di gioco e ancora infortunio muscolare. Un calvario infinito, si scatenano le polemiche: non doveva essere schierato si dice, è stato rischiato troppo presto. Non solo l’allenatore, finisce sotto la lente di ingrandimento Corvino, accusato di aver portato a Bologna giocatori già infortunati o reduci da importanti problemi fisici. Giaccherini però è tornato a Modena sabato, novanta minuti concreti, conditi da giocate importanti e leadership in campo, il tutto senza guai fisici. Il ritorno di Giak fornisce importanti soluzioni a Rossi che può utilizzare un attaccante esterno con tutti i crismi del caso, ma all’occorrenza una seconda punta, un uomo di spalla a Destro e un giocatore che può concretamente aiutare la manovra. Probabilmente senza di lui il Bologna al Braglia non avrebbe vinto, non solo per l’importanza tattica ma soprattutto per la presenza di un giocatore di un altra categoria rispetto agli altri in campo. Anche in termini di esperienza. La risalita del Bologna, passa soprattutto da Giaccherini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy