Genoa-Bologna, l’amarcord

Genoa-Bologna, l’amarcord

di Amos Segal

Introduzione

Domenica, alle 15:00, Genoa e Bologna si affronteranno per la venteseisima giornata ed entrambe sono in un periodo non certo tra i più felici: i padroni di casa liguri hanno da poco cambiato l’allenatore, Andrea Mandorlini è subentrato a Ivan Juric dopo la batosta subita a Pescara. E’ un ex di turno, avendo allenato sotto le Due Torri nella stagione 2005-2006. Gli ospiti, dal canto loro, vengono da quattro partite perse in maniera dolorosa, anche con arbitraggi non sempre all’altezza.

Ma Genoa-Bologna non è solo questo, è anche la storia del calcio nostrano, con sedici scudetti in palio ed un prestigio internazionale di indiscutibile valore, se si pensa che il “Grifone” è una delle società più antiche del mondo, la prima in Italia, essendo stata fondata il 7 settembre 1893. Per questo è stata inserito nel famoso “Club of Pioneers”, fondato nella città inglese di Dronfield nel 2013 e che raccoglie appunto i club risalenti alle origini del calcio. Sono state disputate due edizioni del torneo “Pioneers Cup”, una nel 2013 e l’altra l’anno successiva: il Genoa è arrivato terzo la prima volta e secondo quella dopo. I presupposti per una gara aperta ci sono tutti, ci si augura il meglio per la truppa di Donadoni, che deve assolutamente rifarsi davanti agli occhi di una delle tifoserie più calorose d’Italia, insieme a quella genoana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy