Gazzoni: “Pochi rigori? Il nuovo Bologna saprà farsi rispettare”

Gazzoni: “Pochi rigori? Il nuovo Bologna saprà farsi rispettare”

 

Torna a parlare Giuseppe Gazzoni Frascara, il presidente onorario del club rossoblù è stato ascoltato da Stadio in relazione alla disparità statistica evidente nei rigori concessi tra il Bologna (uno solo in campionato) e altre squadre. Chi meglio di Gazzoni, che di cose poco chiare ne ha viste tante, può offrire un parere interessante: “E’ la solita storia – ammette l’ex patron – sarebbe necessaria la medesima attenzione per tutti mentre invece finisce per pagare quasi sempre la squadra che mostra più rispetto. In linea di massima le proprietà fragili vengono spazzate via mentre ora al Bologna ci sono persone che sapranno ridare al Bfc il rispetto che merita”. Una delle nuove proposte è il sorteggio proposto da Lotito: “Ci siamo incrociati in passato, lui stava emergendo mentre io concludevo la mia carriera da presidente, all’inizio il rapporto fu difficile poi divenne ottimo. Ci diede una grande mano quando nessuno ci ascoltava, gli diedi Tare quasi gratis perché in B non potevo permettermelo. E’ un personaggio scaltro, basta guardare a come è riuscito a rattizzare il debito fiscale del suo club, indipendentemente da ciò che ne pensassi io, fu una mossa importante. Posso solo dire che sul sorteggio non ha tutti i torti”. Infine c’è il capitolo penalizzazione che rischia di consegnare al Bfc un punto di penalità: “Il Bologna è in ottime mani – dice Gazzoni – conosco Grassani e Fenucci, la società attuale saprà farsi rispettare avendo una proprietà forte e con le persone giuste al posto giusto. C’è competenza, anche se la Federazione è quello che è”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy