Gazzoni attacca: “Se si perde Saputo si rischia la C”

Gazzoni attacca: “Se si perde Saputo si rischia la C”

Dura intervista sul Corriere di Bologna all’ex presidente del club: “Merola si dia una mossa”.

Saputo irritato dalla questione stadio, conti che lievitano, insomma per il chairman ci sarebbero cose su cui riflettere. Su tutti questi argomenti è intervenuto l’ex presidente Giuseppe Gazzoni Frascara sul Corriere di Bologna: “Saputo? Va messo nelle migliori condizioni possibili, Bologna deve stendergli un tappeto rosso, Merola soprattutto. L’amministrazione deve decidersi alla svelta, se Merola ha questa volontà di aiutare il chairman bene e se non ce l’ha è consigliabile se la faccia venire”.

Ancora Gazzoni all’attacco: “Mi sembra che il tempo si sia fermato a 20 anni fa, non si parlava di aree compensative ma è sempre una questione di buona volontà. Saputo va coccolato, incoraggiato, guai a scoraggiarlo perché un canadese fatica a capire la burocrazia italiana e se un giorno si dovesse stancare il rischio sarebbe la C. Guardate dove sono finite le mie avversarie di allora, Messina e Reggina, che sappiamo da chi furono governate. Tutti ci invidiano Saputo e uno che investe in quel modo è da benedire, mentre invece mi sembra che a ogni colloquio le cose non cambino. Se io investissi 5.3 milioni al mese senza avere un riscontro concreto mi sentirei preso in giro, e lo stadio di proprietà è un passaggio fondamentale. La Juve insegna”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy