Gabbiadini e l’amore verso Bologna, con la speranza di rivederlo rossoblù…

Gabbiadini e l’amore verso Bologna, con la speranza di rivederlo rossoblù…

Il legame tra Manolo Gabbiadini e la città di Bologna, chissà che un giorno il ragazzo bergamasco non possa tornare…

Sembra proprio che Bologna sia legata a doppio filo con Manolo Gabbiadini, tanti gli intrecci tra il giocatore ora al Napoli e la città felsinea. Non solo sport e calcio, ma anche amore. Come riporta il Corriere di Bologna, l’attaccante bergamasco si mette in mostra in Serie A proprio al Bologna, componendo un tridente delle meraviglie con Gilardino e Diamanti. Allenatore Pioli, che guidò i rossoblù fino al 13esimo posto in campionato ai quarti di Coppa Italia. Sei le reti per Manolo in quella stagione, tanto da riguadagnarsi le attenzioni della Juve a quei tempi detentrice del cartellino.

Manolo però ormai si era legato alla città, la tifoseria lo accolse come un predestinato e anche fuori dal campo il giovane attaccante trovo la felicità. Un fugace incontro con la hostess dello stadio Dall’Ara Martina Rubini e taac, colpo di fulmine. Nacque una storia d’amore intensa che ha portato la coppia, poco tempo fa, a dare alla luce il primogenito Tommaso, che ovviamente è nato a Bologna al Sant’Orsola. Anche negli anni di Genova sponda Samp, nei giorni liberi i tifosi potevano tranquillamente incontrare Gabbiadini per le vie del centro, perché il legame con Martina era troppo forte per non essere coltivato.

Gabbiadini non ha mai nascosto il suo amore per la città, tanto da celebrarne il ritorno in A con un tweet esemplificativo ‘bentornati!’ il 9 giugno, giorno della finale di ritorno con il Pescara. Non solo, perché Gabbiadini, guarda caso, ha segnato il suo primo gol in Nazionale maggiore proprio a Bologna, il 17 novembre contro la Romania. Anche in questo caso la dedica a Bologna è stata chiara: “Felice per il primo gol azzurro e felice che sia successo lì”. Gabbiadini, se avrà recuperato dal problema alla caviglia che gli occorse proprio in quella partita a Bologna, tornerà domenica, con la maglia azzurra del Napoli contro quella rossoblù. Ma davanti a lui c’è sempre il Pipita Higuain che gli lascia spazio solo in Europa League, un motivo per cui Gabbiadini, in futuro, potrebbe anche decidere di andare via. E chissà che un Bologna finalmente competitivo in Serie A non possa riabbracciarlo, a coronamento di un feeling indissolubile e mai sopito. Forse fantamercato per questa stagione, ma per le prossime…chissà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy