Friberg: meteora rossoblù, campione in America

Friberg: meteora rossoblù, campione in America

Erik Friberg, sette presenza in rossoblù nella stagione della retrocessione, ha battuto il Toronto di Giovinco con il suo Seattle Sounders

Erik Friberg, ha trovato gloria della MLS.

Il centrocampista che fu meteora in rossoblù nella disastrosa stagione 2013-14, quella della retrocessione, sabato si è cucito sul petto lo scudetto americano con i suoi Seattle Sounders, al termine di una stagione vissuta da assoluto protagonista. L’ex rossoblù è riuscito   a battere i Toronto della stella Giovinco, impresa che non era invece riuscita al Montreal Impact di Joey Saputo. Schierato titolare nel ruolo di trequartista nel 4-2-3-1 è stato sostituito da Fernandez in seguito a un infortunio e ha dovuto attendere i calci di rigore per passare dalle lacrime di dolore a quelle di gioia: Seattle si è imposta 5-4, conquistando il titolo.

Come scrive il Resto del Carlino, per Friberg è stato il giorno del riscatto. A Bologna è arrivato durante il mercato di riparazione, in un Bologna in alto mare e in assoluta crisi, è passò da meteora a Casteldebole, dove i rossoblù, in seguito all’addio di Diamanti a mercato chiuso, sarebbero sprofondati in serie B.
Friberg ha collezionato 7 presenze: la prima, di appena due minuti, a San Siro contro il Milan, dove finì a terra in un contrasto con Balotelli dando l’impressione di non essere abbastanza tosto per il campionato italiano. Impressione confermata nelle cinque presenze finali delle ultime sei giornate. Friberg è passato poi all’Esbjerg, in Danimarca, per poi un anno fa cambiare e approdare a Seattle.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy