Fogli: “Avevo un’amicizia profonda con Pascutti, quel gruppo era molto unito”

Fogli: “Avevo un’amicizia profonda con Pascutti, quel gruppo era molto unito”

Le parole dell’ex centrocampista rossoblu.

Romani Fogli, centrocampista del grande Bologna campione d’Italia 1964, ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb, ricordando l’ex compagno di squadra Ezio Pascutti, scomparso ieri.

Ecco le sue parole: “Avevo un’amicizia profonda con Ezio, quel fantastico gruppo era unitissimo. Pascutti però è stato il primo giocatore di serie A che ho conosciuto quando dal Santa Maria a Monte sono andato in Nazionale Juniores, a Firenze. Ci siamo poi ritrovati a Bologna e vivemmo nella stessa pensione perchè eravamo scapoli. Come giocatore chi era Pascutti? Per me una delle migliori ali di quel periodo. Segnava di rapina e nei sedici metri aveva una furbizia eccezionale. Devo dire che prendeva le difese anche dei compagni che subivano dei falli cattivi. E magari si becca delle ammonizioni per colpe non sue. Il gol più bello che ricorda? Certamente quel gol in un Bologna-Inter, in tuffo di testa anticipando Burgnich. A venti centimetri da terra si buttò su quel pallone e fece gol a Sarti. Non era un gran saltatore ma ti beffava sul tempo. In area aveva la furbizia e l’intelligenza di Hamrin e Paolo Rossi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy