Esterno d’attacco: Biabiany, Iturbe o D’Alessandro

Esterno d’attacco: Biabiany, Iturbe o D’Alessandro

Dopo gli infortuni di Rizzo e Giaccherini il ds Corvino è a caccia di un esterno d’attacco, oltre a Biabiany e Iturbe c’è il nome nuovo di Marco D’Alessandro, classe 91′ dell’Atalanta.

di Jacopo Biondini

Il Bologna si muove sul mercato alla ricerca di un esterno d’attacco. Se fino a qualche settimana fa c’era solo l’interesse a prendere un giocatore per completare la batteria degli attaccanti, ora questo interesse diventa una necessità concreta. Visti gli infortuni di Rizzo, out un mese, e le preoccupanti condizioni fisiche di Giaccherini, Corvino dovrà muoversi con gran urgenza per portare a casa un’ ala di buon livello.

I nomi che il ds rossoblu segue da più tempo sono Biabiany e Iturbe. Il primo sembra sempre più difficile, sta iniziando giocare con continuità nell’Inter e difficilmente Mancini se ne priverà a gennaio, a meno che i nerazzurri trovino una valida alternativa sulla fascia. Per Iturbe il problema è di carattere economico, la Roma lo ha pagato quasi 30 milioni e non vuole fare una minusvalenza troppo elevata. Il giocatore sta continuando a deludere e la soluzione ideale per i giallorossi sarebbe cederlo in prestito a una squadra che lo faccia giocare con continuità, in modo da valorizzarlo. Su di lui però c’è tanta concorrenza con Genoa, Verona, Sassuolo e Watford che si sono già mosse. L’operazione è molto complessa, Corvino dovrà essere bravo a battere la concorrenza offrendo un accordo vantaggioso sia per la Roma sia per il Bologna.

Un nome uscito nelle ultime ore, riportato dal Corriere dello Sport, è quello di Marco D’Alessandro, classe 91′ dell’Atalanta. Il giovane attaccante proveniente dalle giovanili della Roma aveva fatto un’ottima stagione in serie B nel 2013/2014 trascinando il Cesena in serie A. D’Alessandro venne poi ceduto all’Atalanta dove dopo un buon avvio di campionato, ora sta trovando poco spazio. L’operazione è quindi più economica di quelle per Iturbe o Biabiany, inoltre l’Atalanta dovrebbe essere ben disposta a cedere un giocatore che ha guardato le ultime cinque partite dalla panchina. Veloce e bravo tecnicamente il 24enne atalantino può essere un’ottima soluzione per completare il reparto offensivo del Bologna e sopperire alle assenze di Rizzo e Giaccherini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy