ESCLUSIVA TBW – Locatelli: “Saputo è la fortuna del Bologna, Donadoni un giorno allenerà il Milan”

ESCLUSIVA TBW – Locatelli: “Saputo è la fortuna del Bologna, Donadoni un giorno allenerà il Milan”

L’intervista di Francesco Bocchini all’ex trequartista di Bologna e Udinese, Thomas Locatelli.

 

La redazione di Tuttobolognaweb ha intercettato in esclusiva l’ex calciatore rossoblù, Thomas Locatelli.

Salve sig.Locatelli, partiamo dalla sfida di domani fra due formazioni che conosce molto bene come il Bologna e l’Udinese. 

Sono due squadre altalenanti. Il Bologna fa delle partite incredibili, ma non riesce mai a fare il definitivo salto di qualità, come a Frosinone. Destro e compagni devono sempre rimanere sul pezzo e Donadoni è l’allenatore giusto in questo senso. Conosco benissimo Roberto e sono convinto che riuscirà a tenere alta la concentrazione“.

La salvezza è ormai ad un passo, a cosa può puntare il Bologna da qui alla fine della stagione?

A rimanere nella parte sinistra della classifica ed è un obiettivo non da poco, perché non ci dobbiamo scordare che solo qualche mese fa i rossoblù erano dati per spacciati. Come non bisognava disperarsi allora, allo stesso tempo adesso nessuno si deve illudere, anche se dentro ogni calciatore ci deve sempre essere l’ambizione a raggiungere il massimo”.

L’Europa può essere un traguardo reale già dalla prossima stagione?

“Una società solida come quella bolognese trasmette fiducia per il futuro: si può raggiungere obiettivi importanti anche nel giro di pochi anni. La piazza è fortunata ad avere un presidente come Saputo, che sta facendo cose egregie”.

Una di essere è senza dubbio il progetto per il restyling del Dall’Ara.

Sicuramente, perché riuscire ad avere un impianto moderno e di proprietà è fondamentale, basta guardare a quanto fatto dalla Juventus. Sarebbe una risorsa di autofinanziamento, aspetto di cui necessitano le società odierne, che invece attraversano grosse crisi economiche.”

Fra i tanti giocatori di classe, uno in particolare può essere il Locatelli 2.0 del Bologna: Franco Brienza. Come giudica la sua annata?

“Brienza, nonostante non sia utilizzato con continuità, si sta comportando bene e da un contributo importante sia sul campo, che all’interno dello spogliatoio, dove aiuta i più giovani a crescere”.

Da ex centrampista, ritiene già pronti Diawara e Donsah al grande salto in un top club?

“Entrambi stanno dimostrando di poter giocare in A a buoni livelli ed è una cosa fantastica, perché il Bologna può fare una plusvalenza non indifferente. Non si possono giudicare solo sulla base di un’annata, ma dovranno dimostrare continuità, però le basi ci sono perché possano diventare elementi all’altezza di grandi squadre”.

Lei conosce molto bene Donadoni. Il matrimonio col Milan si farà un giorno?

“Roberto ha fatto la storia rossonera, Milano è la sua casa e per cui penso che il suo sogno sia giustamente quello di essere l’allenatore del Milan. Sono convinto che prima o poi succederà e purtroppo il Bologna perderà un grande mister”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy