ESCLUS. TBW – Valcareggi (ag. Giaccherini): “Il futuro di Emanuele dipende dal Sunderland, la sua volontà è quella di…”

ESCLUS. TBW – Valcareggi (ag. Giaccherini): “Il futuro di Emanuele dipende dal Sunderland, la sua volontà è quella di…”

Il procuratore di Giaccherini, Furio Valcareggi, ha parlato alla nostra redazione del momento attraversato dal suo assistito e del futuro che lo attende.

di Francesco Bocchini

 

La redazione di Tuttobolognaweb ha intercettato in esclusiva l’agente di Emanuele Giaccherini, Furio Valcareggi, figlio di Ferruccio, ex CT della Nazionale.

Salve sig. Valcareggi, come sta Emanuele di rientro dagli impegni in maglia azzurra?

Fisicamente sta bene per fortuna, nessuno strascico dopo il colpo rimediato con la Spagna, ma solo tanta paura. E’ abile e arruolato per la partita di lunedì, su cui è già concentrato. La bella prestazione contro i Campioni d’Europa in carica è stata un’iniezione di fiducia. Peccato per la sconfitta con la Germania, è stata un brutta figura ma nessun dramma: il gruppo di Conte è solido“.

Un gruppo di cui Giaccherini si sente già sicuro di far parte in vista dei prossimi Europei?

Assolutamente no, come tanti altri ci spera e ci spera molto. Con Conte c’è un rapporto professionale: il CT ha dato tanto ad Emanuele ed Emanuele ha cercato di dare molto al mister. La sua arma principale è la duttilità, perché dove lo metti rende: ha corsa, continuità e fantasia. Avere uno come Giaccherini in squadra è una bella cosa, perché si trova sempre al posto giusto nel momento giusto”.

Cosa si aspetta il suo assistito da queste ultime partite stagionali?  Il prossimo avversario sarà il quasi retrocesso Verona.

Quello contro l’Hellas è un impegno importante perché il Bologna vorrà vincere davanti ai propri tifosi. Emanuele punta a tornare a fare gol e a servire assist ed è concentratissimo su questo finale di campionato. La sua annata è iniziata e continuata bene, adesso vuole chiudere in bellezza”. 

Come ha vissuto Emanuele le recenti critiche?

Con la serenità di un professionista che viene giudicato dalla stampa. La sua coscienza è a posto, perché ogni domenica da il massimo e forse alcune volte viene criticato in maniera eccessiva”. 

Guardando al prossimo futuro, l’uscita di Corvino potrebbe cambiare gli scenari per un’eventuale prosieguo dell’avventura di Giaccherini sotto le Due Torri?

Il diesse lo ha voluto a tutti i costi quest’estate, così come Fenucci e Di Vaio, che hanno dato il benestare all’operazione. Entrambi stimano Emanuele, quindi credo non ci siano problemi per un gradimento del Bologna nei confronti del mio assistito. Tutto passa dal Sunderland, che ne detiene il cartellino e al momento non so che pretese possa avere. Col mio socio Giulio Marinelli andremo presto in Inghilterra per fare un punto della situazione”. 

Sono arrivati sondaggi da altre società?

“Con me personalmente no, ma so che Giaccherini è gradito a tanti. Qualche potenziale acquirente potrebbe bussare alla porta in futuro, ma al momento non c’è niente di concreto, se non la volontà di Emanuele di finire bene la sua annata a Bologna. Una piazza, quella emiliana, gradita al mio assistito e con la quale il matrimonio potrebbe essere prolungato”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy