Effe, Pozzecco: “La sregolatezza di Amici è un segnale positivo, ma poi devi fare 30 punti”

Effe, Pozzecco: “La sregolatezza di Amici è un segnale positivo, ma poi devi fare 30 punti”

Gianmarco Pozzecco è stato intervistato da Stadio e ha parlato di Alessandro Amici

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Gianmarco Pozzecco, che ora vive a Formentera, è stato intervistato da Stadio in merito alla situazione di Alessandro Amici. Ecco le sue parole:

Le intemperanze di Amici? Sono situazioni che ho vissuto in prima persona in tante squadre, ho fatto molte stronzate per un motivo molto semplice: ci tenevo moltissimo. Un giocatore che si arrabbia è di per sé un segnale positivo, non è solo un gesto da rimproverare. Amici ci tiene. Lo dico da grandissimo tifoso fortitudino.


La società ha fatto bene a prenderlo? Quando scegli quei giocatori sai a cosa vai incontro. E’ come quando prendevi me. Ci sono pregi e difetti. Sarà coach Boniciolli a dover decidere l’atteggiamento da tenere con Amici: speriamo che faccia più cose positive che casini.
Amici può contribuire pesantemente alla promozione. Ai miei giocatori dico sempre: “Fai trenta punti e mi mandi a quel paese? Va bene. Ma prima fai trenta punti” Pensate che Ibrahimovic sia più gestibile di Amici? Però, dove va, vince.

Fonte: BolognaBasket.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy