Ecco Zuniga: ieri primo giorno da rossoblù

Ecco Zuniga: ieri primo giorno da rossoblù

Visite mediche e primo allenamento coi compagni: l’ex Napoli ha iniziato la nuova esperienza all’ombra delle Due Torri. Ed oggi è prevista la presentazione ufficiale.

La prima giornata di Camilo Zuniga a Casteldebole è trascorsa nel massimo della riservatezza. Il colombiano, che ha scelto la maglia numero 11, ha svolto le visite mediche e i test di rito, per poi spostarsi in palestra e sul campo, dove ha pure preso parte alla partitella coi compagni.

Essendo una seduta a porte chiuse, di indicazioni ne sono trapelate davvero poche, ma già da oggi si potrà saperne di più: alle 13 e 40 è infatti prevista la conferenza stampa di presentazione. Ieri, invece, Zuniga ha salutato club e sostenitori partenopei attraverso i social: “Aver indossato la maglia azzurra per me è motivo d’orgoglio! Solo chi ha fatto parte di questo popolo sa cosa significa essere Napoletano! Ringrazio la Società e saluto tutti i Tifosi, con l’augurio più grande… Vincere il tricolore“.

Del resto l’esterno ha lasciato un ottimo ricordo nel capoluogo campano, lo testimoniano i tanti messaggi di affetto ricevuti. La carriera di Zuniga era decollata proprio all’ombra del Vesuvio, quando le sue prestazioni avevano attirato le attenzioni di Barcellona, Juventus e Inter.

De Laurentiis fece di tutto per trattenerlo, garantendogli un ingaggio da 3,2 milioni netti fino al 2017. Gli infortuni e alcune incomprensioni con l’ambiente lo hanno relegato ai margini della rosa napoletana: la sua ultima presenza con la maglia azzurra risale infatti al 12 aprile 2015. Tutt’altra storia quella con la propria Nazionale, basti pensare che quest’estate il colombiano è stato titolare in Coppa America.

La speranza di tutta Bologna è quella di poter ammirare quest’ultima versione di Zuniga. Del resto, il giocatore ha spinto per la soluzione rossoblù, volendo dimostrare di poter essere ancora una pedina importante per il nostro campionato. Data la lunga assenza dai campi, Donadoni dovrà essere bravo ad aspettarlo e a gestirlo, ma il fatto che possa disimpegnarsi su entrambe le fasce risolve diversi grattacapi al mister bergamasco. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy