È il momento di Crisetig: Stramaccioni e Drago garantiscono per lui

È il momento di Crisetig: Stramaccioni e Drago garantiscono per lui

Sabato contro l’Empoli sarà una partita importantissima per Lorenzo Crisetig, poco utilizzato fin qui il regista classe 93′ avrà l’occasione di scendere in campo dal primo minuto e dimostrare il suo valore. I suoi ex allenatori Stramaccioni e Drago hanno speso parole d’oro per il giovane centrocampista e sono convinti che farà bene.

Nella sfida di sabato sera contro l’Empoli vedremo in campo dal primo minuto Lorenzo Crisetig, il regista classe 93′ ha trovato pochissimo spazio finora, complice anche l’esplosione di Diawara, e nel match coi toscani avrà finalmente l’occasione di dimostrare il suo valore.

Crisetig arrivato in estate dal Cagliari doveva essere il regista titolare del Bologna, ma il giovanissimo Diawara lo ha pian piano scavalcato nelle preferenze del mister fino a farlo diventare una seconda scelta. Fin qui ha collezionato solo tre presenze, 207 minuti, troppo pochi per un giovane di grande prospettiva come lui. Nonostante le tante panchine Crisetig non ha mai mollato, ha continuato ad allenarsi con impegno e professionalità guadagnandosi la stima e il rispetto dell’allenatore e di tutto lo staff come dimostrano le parole di Donadoni: “Lasciar fuori certi ragazzi è durissima per me, ma un allenatore deve fare per forza delle scelte”. Anche i suoi ex allenatori hanno sottolineato questo aspetto del carattere di Crisetig, Stramaccioni ora al Panhatinaikos lo aveva allenato nelle giovanili dell’Inter e, come riporta il Corriere di Bologna, tante volte ha speso belle parole per lui: “È un ragazzo d’oro e un centrocampista che garantisce qualità e quantità”. Proprio l’ex allenatore dei nerazzurri vorrebbe portarlo con sè nell’esperienza in Grecia, ma Corvino ha ribadito che il giocatore è incedibile e importante per il Bologna.

Le qualità tecniche e umane di Crisetig hanno colpito molto anche Massimo Drago, attuale allenatore del Cesena che lo aveva allenato ai tempi del Crotone. Lo stesso Drago, intervistato dal Corriere di Bologna, ha elogiato diverse volte il ragazzo: “Può fare due ruoli, il centrale basso e il mediano nel 4-2-3-1, nel secondo sistema di gioco come centro sinistro dà il massimo. E’ uno che difficilmente sbaglia, sapendo sempre quello che deve fare e come va fatto, poi sa rendere tutto semplice ed è sempre molto attento alla lettura e all’interpretazione del gioco. Dico due cose: è un grande lavoratore, nei test atletici era sempre il primo, molto sopra la media. Crisetig non si abbatte mai, sono sicuro che quando avrà la possibilità di giocare farà bene. Dove può arrivare? E’ un ragazzo del 93′ con ampi margini di miglioramento, dategli un po’ di tempo e vedrete che farà una serie A importante.”

Nonostante l’interesse di molti club, il Bologna non si priverà di Crisetig almeno fino a giugno infatti visto il suo doppio trasferimento prima dal Cagliari all’Inter poi dai nerazzurri al Bologna il ragazzo può essere ceduto in gennaio solo ad una di queste due squadre. Crisetig quindi ha ancora a disposizione tutta la seconda parte di stagione per dimostrare che può dire la sua in serie A e dare una mano ai rossoblu, a iniziare dall’importante sfida di sabato contro l’Empoli.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy