Dzemaili: “Vorrei chiudere qui la mia carriera”

Dzemaili: “Vorrei chiudere qui la mia carriera”

Sui tifosi: “Pessimismo? Li capisco, quando i risultati non arrivano è normale, ma il pessimismo non porta mai bene, anzi”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Sulle pagine della Gazzetta dello Sport, il centrocampista del Bologna Blerim Dzemaili ha rilasciato una lunga e interessante intervista.

Sul momento di difficoltà della squadra: “Ne parlavo con Inzaghi l’altro giorno…questa squadra lavora bene e duramente. Purtroppo i risultati non arrivano. Credo che l’unico problema sia quello di dover giocare con la testa più libera. E anche un po’ più di faccia tosta. I tifosi sono pessimisti? Li capisco, quando i risultati non arrivano è normale, ma il pessimismo non porta mai bene, anzi”.

Sugli attaccanti che non segnano: “Sì, ma fanno un lavoro enorme per la squadra, aprono spazi e infatti noi centrocampisti arriviamo spesso alla conclusione, una cosa da non sottovalutare. Stiamo lavorando bene, dobbiamo solo avere la mente un po’ più libera. Dobbiamo osare maggiormente”.

A Dzemaili manca il gol?: “E’ vero, siamo un po’ tutti sotto le nostre aspettative e a quelle dei tifosi. Lo dico anche alla squadra, oltre che a me stesso. Dobbiamo crescere, le statistiche dicono che siamo la squadra che nelle prime tre giornate ha corso di più. Qualcosa vorrà pur dire. Per ora pensiamo a rialzarci, alla fine del girone di andata vedremo dove siamo e capiremo quali sono i nostri obiettivi”.

Sulla fine della sua carriera: Ho chiesto a Saputo di poter stare qui dopo l’esperienza con il Montreal perché volevo stare vicino a mio figlio. Mi piacerebbe chiudere la carriera qui se non mi cacciano. Sto bene e mi sento importante in questo club. Inzaghi? Ha tanta passione, la sua grinta ci risolleverà, sta lavorando con il cuore, dà impulsi positivi continuamente. Basterà segnare e cambierà tutto, vedrete”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy