Donadoni: “Troppe chiacchiere. Ora giù la testa e pedalare”

Donadoni: “Troppe chiacchiere. Ora giù la testa e pedalare”

La conferenza di Roberto Donadoni al termine della sconfitta contro il Verona. “Anche io devo fare di più”, l’ammissione del mister

Terza sconfitta di fila per il Bologna che esce battuto dall’ultima della classe che mai aveva vinto in trasferta. Donadoni in conferenza stampa ha ammesso la brutta prima frazione e le chiacchiere che probabilmente hanno distratto la squadra dall’obiettivo principale.

LA PARTITA – “Faccio fatica a darmi una spiegazione sul primo tempo, la squadra era timorosa e impaurita, questo mi amareggia di più. Sembra quasi l’atteggiamento di una squadra che vive sull’orlo del precipizio. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, abbiamo combattuto con più decisione se però giochi per 45 minuti invece di 90 con quell’intensità ti togli tante possibilità”.

CHIACCHIERE – Per Donadoni anche le recenti voci attorno alla squadra avrebbero distratto l’ambiente dall’obiettivo principale. “Ci vuole equilibrio, è un momento in cui la squadra non sta esprimendo il meglio di sé dal punto di vista caratteriale e quando manchi in questo i limiti tecnici vengono evidenziati. Ci sono state troppe chiacchiere nell’ultimo periodo, occorre toglierle, mettere giù il testone e fare fatica. Tanto la faremo lo stesso, e allora meglio farla con costrutto”.

AUTOCRITICA – Nonostante la sosta potesse essere d’aiuto, Donadoni ha ammesso in conferenza come anche il suo lavoro non si sia stato sufficiente a risollevare il Bologna dalla sua crisi: “Abbiamo fatto 15 giorni in cui ho cercato di fare capire ai ragazzi cosa fare per chiudere bene in questo finale, evidentemente non sono stato bravo e dovrò lavorare di più”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy