Donadoni sull’Italia: “Si può battere la Spagna. Ventura? Se avessi voluto…”

Donadoni sull’Italia: “Si può battere la Spagna. Ventura? Se avessi voluto…”

Intervista al Resto del Carlino per l’attuale tecnico del Bologna che nel 2008 venne fermato all’Europeo dalla Spagna ai rigori.

Tutti ricordiamo l’Europeo 2008. Partiti con una batosta contro l’Olanda, gli azzurri rischiarono il tracollo al cospetto della Romania ma poi riuscirono a strappare la qualificazione contro la solita Francia. Ai quarti la Spagna, che negli anni successivi avrebbe dominato il calcio. In panchina c’era Roberto Donadoni, e la sua Italia riuscì a portare le furie rosse ai rigori.

“Ricordo che giocammo 120′ alla pari contro una squadra che poi ha vinto tutto e che da lì iniziò un ciclo impressionante – ha affermato Donadoni al Qs – poi i rigori si calciano e si sbagliano, anche io ne ho sbagliato qualcuno pesante in carriera. Mi fa comunque effetto vedere ancora De Rossi come punto fermo della Nazionale, un giocatore molto duttile e che rappresenta un’arma fondamentale per ogni allenatore”. Tornando al presente, Donadoni vede la possibilità per gli azzurri di battere la Spagna: “La Spagna è sempre una squadra con doti tecniche sopraffini, ma le motivazioni azzurre conteranno tanto e potrebbero farci andare a mille. Non dobbiamo giocare con la paura, perché mettendo in campo le nostre qualità potremo incidere quanto loro. Fino a qui l’Italia mi è piaciuta, è stata squadra anche nella sofferenza”. Infine, gli viene chiesto del futuro c.t. Ventura: “Parlarne adesso serve a poco, probabilmente se lo avessi voluto sarei stato io il c.t. ma ho fatto altre scelte”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy