Donadoni sul mercato: “Cerchiamo qualità ed esperienza”

Donadoni sul mercato: “Cerchiamo qualità ed esperienza”

Il countdown è finito. Oggi si apre ufficialmente a Milano la sessione invernale di calciomercato, che durerà fino alle 23 del 31 gennaio: quasi un mese per riparare agli errori commessi in estate o per migliorare ulteriormente la rosa. Corvino e Fenucci sono al lavoro per riuscire a colmare le falle di questo Bologna

Il countdown è finito. Oggi si apre ufficialmente a Milano la sessione invernale di calciomercato, che durerà fino alle 23 del 31 gennaio: quasi un mese per riparare agli errori commessi in estate o per migliorare ulteriormente la rosa. Corvino e Fenucci sono al lavoro per riuscire a colmare le falle di questo Bologna. Gli obiettivi, a detta di Donadoni, sono già definiti: «Abbiamo le idee chiare su quanto ci potrebbe servire, cerchiamo un po’ di qualità ed esperienza in più, che ci torneranno utili quando, da qui alla fine del campionato, vivremo momenti non semplici».

Questo quanto dichiarato a Sky dall’allenatore rossoblù, che esclude a priori rivoluzioni o cambi di programma: la salvezza rimarrà l’unico obiettivo. Da raggiungere principalmente sfruttando i margini di miglioramento ancora inespressi della rosa allestita in estate, oltre che «su qualche elemento che puntellerà la rosa una volta che l’avremo sfoltita». Il capitolo cession iha la priorità insomma. Crimi al Carpi e Pulzetti allo Spezia sono affari praticamente fatti e si attende solo l’ufficialità.

Poi c’è da definire la partenza di Ceccarelli, richiesto dalla Salernitana, e l’interessamento del Bari per Mbaye, di cui il Bologna però non vuole a meno. Anche Mancosu e Falco hanno diverse offerte: sulla punta ci sono gli occhi di Carpi, Brescia, Vicenza, Cesena e Salernitana. Ma Corvino vorrebbe cedere Acquafresca e prima di privarsi eventualmente di Mancosu intende assicurarsi un vice Destro. Floccari il nome più gettonato, a patto che il Sassuolo decida di lasciarlo partire senza una buonuscita.

Altro tormentone in casa rossoblù è quello di Calleri. Dato molto vicino ad arrivare sotto le Due Torri via Inter, con cui l’accordo pare definito, adesso qualcosa potrebbe essersi inceppato. L’attaccante del Boca non gradirebbe essere “parcheggiato” per sei mesi dai nerazzurri e quindi sta facendo resistenza. Secondo quando riferiscono tra l’Argentina e Milano, domani ci sarà un summit tra l’Inter e l’entourage del giocatore per provare a sbloccare l’affare.

Un’alternativa nel reparto offensivo resta Borriello, anche se il Carpi non sembra intenzionato a cederlo. Oltre al capitolo punta centrale, resta aperto quello dell’esterno d’attacco. Anche in questo caso i nomi sono tanti, ma chi per un motivo, chi per un altro, non sembrano davvero raggiungibili. Biabiany ha dichiarato di voler restare a Milano, El Shaarawy è richiesto anche da Roma e Genoa, Cerci è quello più abbordabile, ma non facile, perchè in prestito al Milan dall’Atletico Madrid. Verso Milano si guarda anche per il reparto arretrato (piacciono Ranocchia e Zapata) e la mediana (Nocerino e Josè Mauri). Il Bologna resta alla finestra, gli obiettivi sono chiari, non resta che aspettare l’occasione giusta.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy