Donadoni: “Non sopporto chi si prende meriti. I ragazzi mi hanno aiutato tanto”

Donadoni: “Non sopporto chi si prende meriti. I ragazzi mi hanno aiutato tanto”

L’intervento di Roberto Donadoni al meeting ‘Calcio e basket, palloni a confronto’

Serata di festa ieri sera all’Isokinetic. Nel corso del convegno ‘Calcio e Basket, palloni a confronto’ sul tema dell’allenamento e della preparazione sportiva per migliorare e analizzare le performance, c’è stato spazio per una tavola rotonda condotta dal giornalista Ivan Zazzaroni con ospiti illustri del mondo dello sport bolognese. Presenti Di Vaio, Bucci, Boniciolli, Lamma e il tecnico del Bologna Roberto Donadoni.

Quest’ultimo ha parlato della stagione vissuta in rossoblù, ripercorrendo un po’ le tappe che lo hanno portato a raggiungere la salvezza: “Quando subentri è sempre difficile, altrimenti la società non avrebbe deciso di cambiare allenatore. Non sopporto comunque chi si prende i meriti, perché prima di te c’è stato il lavoro di un tuo collega che sicuramente ha contribuito al raggiungimento dell’obiettivo. Devo dire comunque che ho intravisto da subito la disponibilità dei ragazzi, mi hanno aiutato tanto lavorando sodo in maniera volenterosa e propositiva”. Gli viene chiesto qual è approccio quando si subentra a stagione in corso: “Si entra in punta di piedi – ha affermato Donadoni – non ha senso stravolgere e far perdere punti di riferimento ai giocatori. E’ necessario comprendere la situazione e dare serenità all’ambiente”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy