Donadoni: “Juve? Non mi piace sentirmi inferiore, ci proveremo fino in fondo”

Donadoni: “Juve? Non mi piace sentirmi inferiore, ci proveremo fino in fondo”

Le parole del mister

A margine dell’inaugurazione del nuovo Temporary Store del Bologna in Galleria Cavour, il tecnico Roberto Donadoni si è fermato per un breve colloquio con i giornalisti. La sfida con la Juve è imminente, ma il mister non vuole creare troppe aspettative:

“Dobbiamo essere realisti, giochiamo contro una squadra che vince da 15 partite ma è bello per noi confrontarsi. E’ una sfida stimolante, ci proveremo fino alla fine e molto dipenderà da quello che sapremo mettere in campo noi. Il calcio è bello perché si può pensare di poter determinare qualcosa, siamo sempre noi i protagonisti”.

Donadoni non vuole pressioni: “Dobbiamo essere bravi a mettere la giusta attenzione senza ingigantire troppo o estremizzare. Non serve aumentare le pressioni che questa gara comporta. Servirà un grande impegno di squadra. La Champions non favorirà il Bologna, non è un ragionamento che voglio affrontare”.

Prudenza dunque, ma anche determinazione e la consapevolezza della qualità del Bologna: “Quando affronti squadre di questo livello serve un certo spirito di squadra – prosegue il mister – La determinazione dovrà essere il nostro valore in più. Se sapremo comportarci da squara avremo armi in più. Non penso di allenare una squadra di brocchi, abbiamo qualità e non ci sentiamo mai inferiori a nessuno”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy