Donadoni: “Floccari? Un messaggio alla squadra. Con la Juve dovremo avere il gusto di giocare”

Donadoni: “Floccari? Un messaggio alla squadra. Con la Juve dovremo avere il gusto di giocare”

La conferenza del mister

Donadoni, ha proprio voluto vincerla con Floccari.
“Non mi sembrava stessimo soffrendoe volevo cercare di trasmettere qualcosa alla squadra. Mi fa piacere sia andata bene, a volte ci si stupisce ma questa deve essere la regola e non l’eccezione. Se avessimo perso qualcuno storcerebbe il naso”

Tatticamente è cambiato qualcosa?
“Non è cambiato nulla, ho messo Giaccherini a centrocampo. Dal punto di vista tattico ho solo spostato Taider a destra”.

Come giudica la prestazione del Bologna?
“La squadra ha fatto la prima mezz’ora bene, poi forse abbiamo pensato potesse essere più semplice di come invece in realtà è andata, lì abbiamo concesso qualcosa. Nella ripresa siamo entrati più compatti, uniti. Qualche occasione è stata creata, sulla costruzione siamo stati meglio di loro che hanno cercato di giocare palla alta sfruttando il fisico. Dobbiamo solo essere più incisivi nel trasformare le nostre occasioni”

Come si spiega la sofferenza, l’Udinese qualche occasione l’ha avuta.
“A volte mi arrabbio perché vedo qualche giocatore che non ha la cattiveria agonistica necessaria, non siamo sempre in grado di leggere la partita, il cambiamento di alcune dinamiche in campo. Forse si tratta di eccessiva preoccupazione”.

La classifica la sta guardando?
“Non cambia niente rispetto a domenica scorsa, per me è importante riuscire a mantenere questo tipo di classifica. Se saremo bravi in questo alla fine avremo maggiori gratificazioni”.

Di Destro che ci dice?
“Destro può e deve fare ancora di più. Ha fatto una grandissima giocata, abbiamo fatto gol forse nella situazione meno probabile. Quando un giocatore come lui fa una giocata del genere significa che ci sono qualità, mi aspetto che lo faccia tutte le partite. E’ nelle sue corde, deve convincersi maggiormente di questo”.

Nonostante la settimana difficile, un’altra bella prova di Diawara: ha tenuto bene Lodi.
“L’input era dare fastidio al regista avversario, è stato bravo. Diawara ha avuto una settimana complicata, capisco che le forze nella ripresa siano venute meno”.

Mbaye invece non è sembrato perfetto.
“E’ un ragazzo che ha fatto la seconda partita consecutiva, è lecito possa fare qualche errore. La cosa che mi fa arrabbiare è quando lo vedo assente in termini di partecipazione alla gara, è un percorso che cercheremo di portare avanti e migliorare”.

Mirante invece è ancora out?
“Ha avuto ancora un fastidio e non abbiamo potuto convocarlo”.

Ora la Juve…
“Noi dobbiamo fare una prestazione in cui ognuno degli interpreti deve andare oltre il massimo. Se faremo questo potremo dare filo da torcere ad una squadra che ha vinto 15 partite in fila. Ci deve però essere il gusto di affrontare una sfida del genere. Se ho la possibilità di misurarmi con giocatori di livello mondiale non voglio lasciarmela sfuggire”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy