Donadoni dovrà bussare alla porta di Destro

Donadoni dovrà bussare alla porta di Destro

Lo scarso feeling fra Mattia Destro e Roberto Donadoni

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Che cos’è successo fra Destro e Donadoni? Com’è possibile che a San Siro, con il risultato già compromesso, sia stato preferito il duo ex Ternana Falletti-Avenatti all’attaccante marchigiano? Queste sono i due principali quesiti che Repubblica si pone per analizzare il difficile rapporto interno fra i due.

Il feeling fra Destro e Donadoni non c’è o forse non è semplicemente mai nato. Il tecnico ha lasciato più volte intendere che in allenamento Mattia non si impegna abbastanza e domenica pomeriggio si è lasciato fuggire un lampante: “Se tutti si allenassero come Palacio…”. In estate entrambi potrebbero cambiare città e squadra, ma adesso c’è bisogno che il tecnico bussi, per il Sassuolo, proprio alla porta di Destro. Donadoni dovrà spiegargli perché nelle ultime due trasferte non l’ha fatto giocare e perché a Milano non l’ha schierato neanche nel finale. C’è anche da dire che, entrando dalla panchina, Mattia non ha mai fatto bene: da quando è a Bologna, ha sempre fatto gol solo partendo dall’inizio.
Intanto per giovedì è prevista la visita di Joey Saputo che si siederà al tavolo con la dirigenza per affrontare anche questa questione.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy