Donadoni aspetta Saputo per fare chiarezza sul futuro

Donadoni aspetta Saputo per fare chiarezza sul futuro

Tra venerdì e sabato prossimo arriverà a Bologna Joey Saputo, il presidente rossoblu parlerà con Donadoni facendo chiarezza sugli obiettivi futuri della società e sul budget da investire per il prossimo mercato.

Come riporta ‘Stadio’, nel prossimo fine settimana il presidente rossoblù Joey Saputo tornerà qui a Bologna, non solo per assistere alla gara contro l’Atalanta ma anche per parlare con la dirigenza e con mister Donadoni, chiarendo le strategie per il futuro.

Donadoni ha fin qui fatto un cammino straordinario trascinando il Bologna fuori dalla zona salvezza fino a una posizione di classifica piuttosto tranquilla. Il suo operato non è passato inosservato, infatti su di lui si sta muovendo la FIGC per riportarlo sulla panchina della nazionale azzurra, ma anche il Milan, interessato all’ex rossonero per sostituire un Mihajlovic sempre più a rischio esonero. Donadoni ha firmato un contratto fino al 2018 e ha ribadito più volte che la sua volontà è quella di rimanere a Bologna. Tuttavia la situazione è in costante evoluzione: se dovessero arrivare le prestigiose chiamate di Milan o nazionale, il mister rossoblu potrebbe vacillare.

Donadoni quando ha firmato col Bologna sapeva delle grandi potenzialità della squadra e ha richiesto un contatto diretto col presidente, ma con il passare del tempo si è reso conto che la distanza di Saputo non aiuta a risolvere le sue esigenze. Il tecnico bergamasco vuole parlare con il presidente per fare chiarezza su alcuni punti, in primis riguardanti il budget e i programmi per la prossima stagione. Donadoni non sembra soddisfatto del mercato invernale, aveva chiesto tre acquisti per fare un salto di qualità, ma i vari Gabbiadini, Biabiany o El Sharaawy non sono arrivati. Oltre al mercato, Donadoni vuole chiarezza con Saputo anche sugli obiettivi concreti che si vogliono raggiungere nella prossima stagione: si punta a consolidare la serie A o a un posto in Europa League? Per competere con società come Lazio, Milan o Fiorentina bisogna aumentare considerevolmente il budget. Come dimostrano i bilanci, al momento il monte ingaggi del Bologna(25mln) è solo un terzo di quello della Fiorentina, mentre il fatturato dei rossoblu raggiunge i 45 milioni contro i 140 spesi dalla squadra toscana. Per raggiungere l’Europa quindi non basteranno i 10 milioni stanziati da Saputo, ma servirà un investimento maggiore e una programmazione che fin da subito permetta di agire sul mercato in modo pianificato. Per Donadoni la questione è molto seria, Saputo al suo ritorno a Bologna dovrà chiarire all’allenatore diversi punti e tracciare una linea d’azione per i prossimi mesi in modo da eliminare ogni incertezza sugli obiettivi della società.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy