Donadoni ai tifosi: “Giusto essere ambiziosi, ma serve calma”

Donadoni ai tifosi: “Giusto essere ambiziosi, ma serve calma”

Le parole dell’allenatore rossoblu.

Intervistato da Il Resto del Carlino Roberto Donadoni ha parlato dei progetti futuri per il suo Bologna: “Qui vedo le premesse per ricreare una fabbrica di talenti stile Ajax. Tanti miei colleghi sono attratti dall’idea di avere a disposizione calciatori dai contratti importanti. Ma anche l’idea di poter guidare una crescita con continuità per un progetto di lungo termine non sarebbe male. E’ una sfida: e come tale stimolante. La modernizzazione di Casteldebole? Mi viene subito da pensare alla tempistica (sottinteso: lunga, ndr) per la ristrutturazione del Dall’Ara: e sorrido. Perché noi italiani siamo formidabili nel complicarci la vota da soli”.

Ma i giovani spesso sono insicuri e non facili da gestire: “Questo è un problema che oggi hanno tutti i giovani, non solo nel calcio: li vedi tanto spavaldi, ma in realtà nascondono una fragilità importante. E nel calcio questo disagio si accentua, perché soffrono il fatto di essere continuamente sotto i riflettori. Però è un passaggio cruciale: se si riesce a colmare quel gap si fa un salto enorme. E allora vedi squadre che non hanno un grande bagaglio tecnico, ma che fanno partite straordinarie”. 

Il tecnico chiude con un messaggio ai tifosi rossoblu: “Io dico che è giusto essere ambiziosi, ma bisogna essere anche concreti e realisti. Spesso le crescite rapide portano a cadute verticali: la nostra dimensione oggi è un’altra. Aggiungo che, dopo aver ingoiato in passato tanti bocconi amari, i nostri tifosi al dolce devono saperci arrivare con calma”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy