Donadoni: “Bocciati nel girone di ritorno. Futuro? Valuteremo con serenità”

Donadoni: “Bocciati nel girone di ritorno. Futuro? Valuteremo con serenità”

L’allenatore del Bologna ha parlato in conferenza stampa post Udinese-Bologna

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Nel postpartita della Dacia Arena ha parlato l’allenatore del Bologna. 21esima sconfitta in campionato per i rossoblù, record assoluto, e tanti dubbi sul futuro.

Squadra: “Non siamo stati molli ma timorosi e preoccupati di subire. Nel secondo tempo abbiamo gestito meglio la palla e a far salire la squadra, ma è comunque un peccato chiudere con una sconfitta ed è motivo di rabbia”.

Gioco: “Tirare in porta è importante però bisogna arrivarci in area di rigore con più vivacità. Abbiamo un defiticit fisico e su alcune situazioni facciamo fatica, anche perché ad Avenatti non piace giocare con gioco aereo ma con palla rasoterra devi avere la volontà di provarci giocando senza timore. Abbiamo messo gente come Falletti dato che avevamo la volontà di andare palla a terra, queste situazioni dovremo allenarle di più”.

Comportamento della squadra: “I giocatori avevano tensione e timore, si sentivano obbligati a fare risultato. A volte sei condizionato e vieni fermato da questa tensione”.

Futuro di Donadoni: “Avremo modo di ragionare prima di parlare con la società: sappiamo quello che si dovrebbe fare e si può fare. Valuteremo ciò che è logico. Ad oggi rimango ma non escludo niente: il presidente arriva mercoledì e faremo le nostre considerazioni”.

Stagione: “Abbiamo fatto 39 punti ma la squadra poteva e doveva avere qualche punto in più con  troppe partite sfuggite per poco, poi per quello che è successo ognuno fa le proprie considerazioni. Abbiamo fatto tutto con serietà, impegno e dedizione e adesso cerchiamo di fare meglio. 15 punti nel ritorno? Non eravamo fenomeni con 24 dopo l’andata e incapaci ora, a me interessa dire che abbiamo chiuso a 39 e che ci siamo salvati”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy