Donadoni a Sky: «Giak a Bologna non dipende da me. Diawara? I procuratori…»

Donadoni a Sky: «Giak a Bologna non dipende da me. Diawara? I procuratori…»

Il tecnico ha parlato dal pre-ritiro di Castiadas

Intervistato da Sky Sport dal pre-ritiro sardo di Castiadas, mister Roberto Donadoni ha parlato della Nazionale, stasera in campo contro la Germania, e del suo Bologna. «L’Italia se la può giocare con tutti – ha dichiarato l’allenatore rossoblù –. Mi auguro che stasera gli Azzurri riescano a superare la Germania. Mi ha sorpreso l’Islanda, è la dimostrazione che nel calcio anche chi ha meno qualità può avere la meglio su avversari più forti».

BOLOGNA – «La nostra filosofia non cambia. Se parti con l’idea di difenderti per 90 minuti è difficile che arrivino risultati positivi. Giaccherini ancora rossoblù? Non dipende da me. Emanuele ha fatto un grande campionato sotto le Due Torri. Mi auguro che continui a far bene. Nelle prossime settimane vedremo, certo la volontà del ragazzo avrà un suo peso».

STALLO DIAWARA – «Si parla tanto di Diawara, a volte leggo cose che mi lasciano molto perplesso. Bisogna essere onesti e leali, i procuratori spesso non lo sono. Il Bologna ha dato al ragazzo la possibilità di affacciarsi ad un grande palcoscenico, sicuramente non lo svenderemo».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy