Disastro Virtus: oggi sarebbe A2

Disastro Virtus: oggi sarebbe A2

I bianconeri a Cantù non ci provano nemmeno, retrocessione a un passo

La “partita dell’anno” la Virtus non si degna nemmeno di giocarla, così se ne torna da Cantù sconfitta in maniera disastrosa e con un piede e mezzo in A2. Questo è quello che ci ha raccontato la domenica di (non) basket di ieri, quaranta minuti che entreranno, forse, nella storia bianconera dalla parte sbagliata. Per la prima volta in stagione, infatti, la Virtus si trova nell’infausta posizione di virtualmente retrocessa, e quando mancano soltanto due giornate alla fine si tratta della peggiore posizione possibile. Vitale, non più decisivo, lo spareggio casalingo contro Torino di domenica prossima, da vincere assolutamente di almeno 6 punti ma potrebbe pure non bastare: gli scontri diretti contro tutte le altre squadre impelagate nella lotta salvezza, infatti, sono a sfavore dei bianconeri, e un ipotetico arrivo a tre all’ultimo posto difficilmente vedrebbe spuntarla i bianconeri.

Ben poco da dire sulla partita in sé: è sufficiente annotare che al 27′ la Virtus aveva segnato 27 punti, e si trovava precisamente doppiata da una Cantù a quota 54. Chiaramente nessuno da salvare tra i bianconeri, e pensare che da qui a domenica prossima l’intera truppa possa completamente svoltare è francamente difficile. Molto nero, il futuro, nerissimo.

ACQUA VITASNELLA CANTU’-OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA 89-73 (18-10; 43-21; 54-39)
ACQUA VITASNELLA CANTU’: Ukic 8, Abass 22, Heslip 0, Lorbek 7, Zugno 0, Nwohuccha 0, Wojciechovski 0, Cesana 0, Ignerski 17, Johnson 16, Fesenko 3, Hodge 16. All.: Bazarevich.
OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA: Pittman 6, Fabiani NE, Vitali 8, Cuccarolo 0, Gaddy 6, Collins 16, Pajola NE, Fontecchio 15, Mazzola NE, Hasbrouck 9, Odom 13. All.: Valli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy