Diego Costa: “Santander? Ci vuole tempo per far sì che i nuovi innesti si possano integrare al meglio”

Diego Costa: “Santander? Ci vuole tempo per far sì che i nuovi innesti si possano integrare al meglio”

Su Destro: “Insieme al Ropero l’ho visto più vivace rispetto alle precedenti uscite”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Ai microfoni di Radio1909 il giornalista Diego Costa ha analizzato il momento difficile che stanno vivendo i rossoblù.

Si parte con le impressioni sull’inizio di campionato: “Sono un po’ preoccupato. In questi giorni, però, questa visione apocalittica che si ha sul Bologna secondo me si è un po’ attenuata. Critiche a Santander? Basta andarsi a rivedere il primo anno di Batistuta alla Fiorentina, fu oggetto delle peggiori critiche. Ci vuole tempo per far sì che i nuovi innesti si possano integrare al meglio, è normale che all’inizio facciano un po’ fatica. Contro l’Inter, sul cross di Mattiello, Santander ha fatto un movimento da attaccante vero. Diamo tempo alla squadra di mettere a punto tutti i meccanismi che sono fondamentali nel gioco del calcio”.

Le aspettative forse erano un po’ più alte: “Il Bologna secondo me ha un blocco psicologico, sviluppatosi soprattutto dopo la partita contro il Frosinone. Dzemaili è un ragazzo intelligente e sensibile, l’errore contro i ciociari secondo me se lo porta ancora dietro. Domenica ho visto Chievo-Empoli e non mi pare che siano messe così meglio, così come anche le grandi. Siamo solo all’inizio. Inter? Non mi è sembrata una squadra così imbattibile, ma è anche vero che mancavano Icardi e Lautaro Martinez“. 

Il monte ingaggi dei rossoblù, nonostante gli scarsi risultati, è molto alto: “L’Atalanta ha il monte ingaggi più basso del nostro, ma questo è spiegato dal fatto che i migliori come Kessie, Gagliardini, Conti, Spinazzola, vengono venduti nei momenti di spicco a vantaggio dei ragazzi della Primavera che inseriti in Prima Squadra si accontentano anche di uno stipendio più basso. Quando tu, invece, come il Bologna, acquisti giocatori da fuori, devi fare i conti con le richieste di giocatori e agenti”.

Forse il problema è il modulo: “Io sono a favore della difesa a 4, ma Inzaghi ha la sua idea ed è giusto che la porti avanti. Falcinelli? In coppia con Santander non mi convince, piuttosto assieme al paraguaiano vedrei meglio Orsolini. Inzaghi ha scelto di reimpostarlo come mezz’ala, ma credo che non sia assolutamente il suo ruolo. La Juventus non lo ha acquistato certo per le sue qualità da centrocampista. Non vedrei male nemmeno la coppia Destro-Santander: insieme al Ropero ho visto un Destro più vivace rispetto alle precedenti uscite”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy