Diawara: ora quali scenari?

Diawara: ora quali scenari?

Dopo la scelta del ragazzo di non presentarsi alla partenza del ritiro, vediamo cosa può succedere nei prossimi giorni.

Rottura totale tra Amadou Diawara e il Bologna, pare nata dopo la mancata cessione al Valencia, club spagnolo che aveva offerto al giocatore un ingaggio da un milione di euro. Ma l’offerta al Bologna era stata considerata insufficiente e di conseguenza il club rossoblù ha deciso di non arrivare alla fumata bianca. Con l’ammutinamento di Amadou, il Bologna si è riservato di prendere tutte le decisioni del caso.

Riccardo Bigon ieri è stato chiaro: “Offerte concrete ora per lui non ce ne sono, il ragazzo ha mancato di professionalità ma ci auguriamo che la frattura possa ricomporsi”. Difficile, anzi, impossibile. Il Bologna ha deciso: Diawara non si svende. Le conseguenze? O arriva l’offerta giusta oppure rimane, e il fatto che il giocatore con il suo agente abbiano acutizzato la situazione non sprona di certo il Bologna a facilitarne la cessione. Ora che succederà? Il Bologna si augura che Amadou possa ravvedersi in tempi brevi, se non accadrà scatterà presumibilmente una multa come prima reazione della società proprietaria del cartellino e che si trova di fronte ad un giocatore che ha rifiutato di salire in ritiro. Se la frattura non dovesse ricomporsi il giocatore verrà messo fuori rosa con conseguente esclusione dalla lista per il campionato. Non solo, il club potrebbe anche pensare ad una causa in tribunale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy