Diawara: il Bologna pronto al ricorso

Diawara: il Bologna pronto al ricorso

Ancora da chiarire le circostanze dell’espulsione di Diawara, il Bologna medita il ricorso

E’ ancora tutta da chiarire l’espulsione di Amadou Diawara. Dopo il gol di Rossettini – che ha sancito la vittoria rossoblù – il mediano di colore si sarebbe lasciato andare ad una esultanza scomposta sotto la curva dei tifosi genoani, in risposta ad alcuni ‘buu’ razzisti ampiamente udibili dalle immagini della Lega Calcio. Ma la vicenda al momento è nota solo alla terna arbitrale e al giocatore, perché a distanza di tre giorni non è ancora chiaro se si sia trattato di secondo giallo oppure di rosso diretto. La seconda ipotesi è quella sostenuta dal club rossoblù, e la differenza tra le due sanzioni è discriminante per quella che sarà la squalifica.

Infatti, se si trattasse di doppio giallo scatterebbe una giornata di stop (Diawara salterebbe solo l’Empoli), mentre se nel referto arbitrale sarà indicata l’espulsione diretta, a quel punto toccherebbe al Giudice Sportivo decidere la sanzione. Inutile sottolineare come, in questo specifico caso, potrebbero arrivare più giornate di squalifica, anche se decidere in maniera netta può essere complicato per via dell’assenza chiara e inequivocabile delle immagini televisive sull’accaduto. Ecco perché il Bologna medita il ricorso, se si trattasse di semplice doppio giallo non ci sarebbero problemi, mentre in caso opposto i rossoblù non ci starebbero a perdere il giocatore per più giornate, anche perché, come è stata comminata una sanzione per i cori contro il Napoli, non potrebbero rimanere impuniti gli ululati dei tifosi del Genoa che rappresentano il motivo per cui è arrivata la risposta di Diawara. Per dirimere la questione bisognerà attendere la giornata di domani, quando il Giudice Sportivo pubblicherà le sue decisioni a riguardo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy