Diawara forse in Africa, impossibile ricucire

Diawara forse in Africa, impossibile ricucire

Il centrocampista guineano ha fatto arrivare ieri in sede il certificato medico a giustificazione dell’assenza a Castelrotto, ma lui sarebbe in Africa.

Il caso Diawara non ha soluzione. O almeno non contempla il lieto fine a tinte rossoblù. Il ragazzo ieri ha presentato in sede il certificato medico che dovrebbe giustificare la mancata partenza per Castelrotto, ma in realtà il Bologna manterrà la linea dura e sente di avere il coltello dalla parte del manico. Ufficialmente si prova a pronunciare parole distensive, ieri i contatti tra il club e Piraino sono proseguiti con l’intento di convincere l’entourage a far partire il ragazzo per il Trentino: niente da fare.

Diawara, inoltre, sarebbe ritornato in Africa su consiglio del suo agente guineano Tunkara, il quale avrebbe addirittura cercato di non far partire il ragazzo nemmeno per la Sardegna. Che i sorrisi di Diawara a Castiadas fossero dunque finti? Dall’entourage del calciatore filtra una linea chiara: il giocatore è d’accordo su tutta la strategia, quindi avrebbe deciso di comune accordo con i suoi agenti di non partire per Castelrotto. I rapporti dunque tra il Bologna e gli agenti di Diawara sono ai minimi termini, non c’è dialogo, non c’è modo per ricomporre una frattura ormai insanabile. Impossibile rivedere Diawara da queste parti, o si usa il pugno duro oppure la trattativa con la Roma andrà a buon fine entro pochi giorni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy