Diawara, dalla Guinea all’Italia

Diawara, dalla Guinea all’Italia

Giocava in una squadra parrocchiale, arrivò in Italia e in un attimo Pantaleo Corvino lo prese sotto la sua ala. Una esperienza tra i dilettanti ancora minorenne alla Virtus Cesena, poi una settimana all’Accademy del dirigente salentino a Lecce, Corvino aveva già capito che il ragazzo sarebbe diventato forte. Il direttore sportivo però avrebbe dovuto trovare squadra, perché si fermò per qualche tempo dopo l’esperienza alla Fiorentina. In questo periodo, la promessa che in caso di Serie A Corvino avrebbe portato con sé Diawara. Infatti, il guineano andò a San Marino e appena Corvino ebbe l’opportunità di ripartire a Bologna, ecco ricomparire Diawara. Non ha fatto nemmeno un minuto di settore giovanile il ragazzo, catapultato dal dilettantismo alla Prima Squadra, un salto che evidentemente lo rende un predestinato. Ma un talento così non passa inosservato, infatti la Juve lo tiene monitorato da diverso tempo. Non solo, può esserci pane anche per le selezioni azzurre, infatti Diawara a breve diventerà italiano a tutti gli effetti. Buona notizia per l’Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy