Diawara: 11esimo giorno di latitanza, sarà in ritiro in Austria?

Diawara: 11esimo giorno di latitanza, sarà in ritiro in Austria?

Continua il caso Diawara ma trapela cauto ottimismo

Con oggi si chiuderà l’undicesimo giorno di latitanza del giocatore guineano.
Una breccia nell’invalicabile silenzio del giocatore è stata portata a termine da parte dell’entourage del Bologna, che è riuscito a contattare nei giorni scorsi, il padre e il cugino del ragazzo.
Ecco perché in questo momento la linea della squadra Rossoblù è fatta più di parole non dette e domande evitate; si cerca di buttare alla spalle questo spiacevole inconveniente, di farlo arenare nel dimenticatoio per poter, nel silenzio generale della stampa, chiudere nelle prossime settimane la trattativa dell’effettiva cessione.

Ad oggi, l’unica cosa certa è che Diawara verrà ceduto (a determinate condizioni).
Il Bologna, infatti, non accetterà un’offerta inferiore ai 10 milioni di euro per il ragazzo.

La Roma in questo momento sembra la squadra più vicina al giocatore.
In settimana sembra sia trapelata la volontà dei giallorossi di cercare di portare nella capitale il giovane, con la formula del prestito oneroso (5 milioni di euro) con diritto di riscatto fissato a 10 milioni di euro.
Il Bologna però sembra abbia respinto al mittente questa proposta.
La squadra Rossoblù vuole monetizzare il più possibile dalla cessione e lo vuole fare subito.
Se la Roma poi non dovesse esercitare il diritto di riscatto del giocatore (come tra l’altro ha fatto con Digne)? Il Bologna si ritroverebbe nuovamente in casa una serpe.

Giusta quindi la scelta della società.

Il giocatore non è esclusiva della squadra Made in U.S.A, chi farà l’offerta migliore, porterà a casa il talento guineano.
Napoli e Valencia rimangono alla porta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy