Di Vaio: il grande rimpianto dei tifosi genoani

Di Vaio: il grande rimpianto dei tifosi genoani

Il feeling mai nato tra Gasperini e Di Vaio, l’attuale club manager rossoblù fu molto rimpianto dai tifosi del grifone. Si pensò anche ad una richiesta danni…

Se il Bologna è riuscito a restare dal 2008 al 2012 in Serie A, se le varie crisi societarie non hanno portato al fallimento riuscendo a mantenere la categoria, per larga parte è merito di Marco Di Vaio e delle sue 65 reti in maglia rossoblù. L’attuale club manager arrivò sotto le due torri proprio dal Genoa che sabato i rossoblù affronteranno a Marassi, il motivo: i rapporti difficili con Gasperini.

Come riporta il Corriere di Bologna, l’avventura di Di Vaio a Genova dura un anno e mezzo, ma quei sei mesi furono decisivi per le sorti del grifone con l’attaccante che mise a segno ben nove reti in 21 partite. Chiusura al terzo posto e promozione in Serie A. Ma in massima serie Gasperini inizia a metterlo in disparte, gli preferisce altri attaccanti e la goccia che fa traboccare il vaso arriva nell’agosto del 2008 (a salvezza ottenuta) nel trofeo Spagnolo. Di fronte gli olandesi dell’Az Alkmaar, Di Vaio entra solo a due minuti dalla fine come nono cambio. Non poteva tollerare una simile situazione, e così arriva la chiamata da Bologna, benedetta dall’allora tecnico Arrigoni che lo getta nella mischia in Coppa Italia contro il Vicenza. Subito in rete. Il resto è storia nota, quello che invece non si sa è che i tifosi del Genoa meditarono di chiedere i danni, un’idea che rimase tale…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy