Di Vaio: “Carattere Bologna, adesso sotto con l’Inter”

Di Vaio: “Carattere Bologna, adesso sotto con l’Inter”

Il Club Manger del Bologna, Marco Di Vaio, è intervenuto a margine della cerimonia di intitolazione dell’area verde fra via Andrea Costa e via della Certosa a Giacomo Bulgarelli, commentando il momento rossoblù post Carpi.

“Ora siamo un po’ più tranquilli, anche se già martedì arriva l’Inter”

E’ un Marco Di Vaio più rilassato, ma sempre sul pezzo, quello che si è presentato alla cerimonia di intitolazione a Giacomo Bulgarelli del giardino situato fra via Andrea Costa e via della Certosa, a cui erano presenti anche il sindaco di Bologna Virginio Merola, la famiglia Bulgarelli e l’assessore dello Sport Luca Rizzo Nervo.

Il Club Manager rossoblù ha commentato il momento della squadra di Rossi, all’indomani della vittoria nel derby emiliano col Carpi.

“Siamo contenti per i ragazzi, ma soprattutto per i nostri tifosi, che ci hanno seguito e sostenuto per l’intero match – come riporta il Resto del Carlino –  Abbiamo vinto in rimonta una partita che si era messa male, dando una risposta di carattere e dimostrando di volere i tre punti a tutti i costi. Il lavoro settimanale sta cominciando finalmente a dare i suoi frutti, adesso testa all’impegno di martedì con l’Inter”. E’ questo il quadro dipinto da Di Vaio, in una domenica in cui Bologna si è scoperta non più ultima della classe. Il “sacco di Carpi” e le contemporanee sconfitte di Hellas Verona e Frosinone hanno regalato un sorriso all’intera città: il giusto premio nella giornata di commemorazione di un simbolo come Giacomo Bulgarelli.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. schilpariob_185 - 2 anni fa

    Il Bologna di Rossi non ha ritmo.Ha ragione Marocchi che ha commentato Bologna -Carpi per sky.Si gioca sempre al piccolo trotto mai un allungo in piena velocità o un passaggio di prima..L’unico capace di crossare in attacco è Masina.Ferrari è negato.Destro non riceve palla ma non è capace di smarcarsi.Lo si vide quando Mirante rinvia: aspetta sempre quei due minuti per dare tempo alla squadra avversaria di posizionarsi.Il rinvio è poi sempre su Destro,al centro,che perde sempre il contrasto di testa( non e Toni).Rossi imposta il gioco come
    20 anni fa.Colpa degli uomini presi da Corvino o di Rossi?Certamente entrambi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy