Di Francesco: “In futuro mi piacerebbe essere allenato da mio padre. Donadoni? Lo devo ringraziare”

Di Francesco: “In futuro mi piacerebbe essere allenato da mio padre. Donadoni? Lo devo ringraziare”

La seconda parte dell’intervista sul QS all’esterno rossoblu.

Nella lunga intervista rilasciata al quotidiano Il Resto del Carlino Federico Di Francesco ha parlato del rapporto con suo padre Eusebio fin dagli inizi della sua carriera: “Da piccolo era il mio idolo: guardavo i suoi dvd con la maglia della Roma e sognavo di diventare come lui. E’ stato un padre severo, che martellava sempre sull’importanza di studiare: da questo punto di vista mamma Sandra era più permissiva. Non è stato facile cambiare sempre città per seguirlo. Piacenza, Ancona, Roma, Perugia: ogni anno mi facevo nuovi amici, da cui regolarmente mi dovevo staccare”.

Oggi il nostro rapporto è più maturo – continua Di Francesco – anche se continuiamo simpaticamente a beccarci. Dopo la nostra vittoria al Mapei Stadium contro il Sassuolo, in cui io giocai una buona partita, glielo ricordo sempre: per ora vinco io 1-0. L’idea di averlo come allenatore è bella, ma non adesso, magari più avanti. Mi piacerebbe averlo come allenatore perché ha fatto crescere tanti giovani e ha concetti di gioco che mi piacciono parecchio.

Chiude parlando di Donadoni: Lo devo solo ringraziare. Era il mio primo vero anno di A e lui mi ha forgiato. Si impara anche restando fuori e aspettando il proprio turno, com’è successo a me quando prima di Natale ho avuto due mesi complicati”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy