Di Francesco, due anni fa era in Lega Pro. Voglia di plusvalenza? Resistere, resistere.

Di Francesco, due anni fa era in Lega Pro. Voglia di plusvalenza? Resistere, resistere.

Come scrive il Resto del Carlino, basta guardare l’atteggiamento in campo di Di Francesco per capire come mai abbia fatto così tanta strada in soli due anni

Due anni fa, con la maglia della Cremonese, era in Lega Pro.

Per dire quanta strada abbia fatto in soli due anni Federico Di Francesco. Lega Pro, serie B, serie A, Under 21, perfino lo stage di Coverciano, un mese fa, con la Nazionale maggiore di Ventura.  Come scrive il Resto del Carlino, alla soglia dei 23 anni, che compirà il 14 giugno, Di Francesco è diventato grande e la serie A la sta affrontando da protagonista.
C’è un’immagine di domenica che racconta più di mille parole la ragione per cui Difra sta scalando campionati e graduatorie: secondo tempo, palla lanciata nella terra di nessuno, ma in quella terra ci si fionda Di Francesco. Sono cinque secondi di progressione mostruosa, da far invidia a un centometrista.

Basta guardare al rendimento delle sue ultime tre stagioni: 5 gol e 4 assist nel 2014-2015 con la Cremonese in Lega Pro, 8 gol e 5 assist col Lanciano in serie B la scorsa stagione, 5 gol (4 in campionato e uno in Coppa Italia) quest’anno col Bologna, a cui vanno aggiunte le 3 reti in 6 presenze collezionate con l’Under 21.

1,4 milioni pagati al Lanciano una settimana prima che il club abruzzese fallisse. E si capisce benissimo anche la ragione per cui Inter e Napoli abbiamo messo gli occhi su di lui. Voglia di maxi plusvalenza? Resistere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy