Destro, un digiuno che dura 508 minuti

Destro, un digiuno che dura 508 minuti

L’attaccante rossoblù non segna dalla sfida con il Pescara, terz’ultima del campionato scorso

In linea temporale, sono passati cinque mesi dall’ultimo gol di Mattia Destro, terz’ultima giornata del campionato scorso, quando al Dall’Ara arrivò il Pescara: 3-1 per i rossoblù, gol nel recupero per l’attaccante di Ascoli Piceno. Parlando di tempo effettivo, circa tre mesi di calcio giocato senza segnare per il numero dieci, fermato anche in questo avvio di stagione da un infortunio muscolare.

Se si tratta di minuti, sono 508 i giri di lancetta dall’ultima marcatura di Destro, in termini statistici circa 5 partite e mezzo. Domenica, nel derby, la punta potrebbe tornare titolare nel Bologna, inserito come punta centrale nel 4-3-3 o come prima punta nel 4-2-3-1. A oggi, sono 19 i gol di Mattia con la maglia del Bologna in 65 partite giocate, circa 1 ogni 3 partite. E se si pensa che quando sbarcò Donadoni a Casteldebole, a novembre 2015, Destro aveva ripreso con costanza a segnare circa 1 gol ogni 2 partite, diventa chiaro come quella frattura al piede di San Siro non sia stata completamente superata e che forse gli effetti di quell’infortunio limitano ancora il numero dieci anche ora. Frutto, magari, di un recupero e di una cura non esattamente adatte. Ma domenica potrebbe essere la volta buona per una nuova corsa sotto la Bulgarelli, a braccia alzate in segno di gioia.

m.m.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy