Destro, prendi spunto da Di Vaio: è lui il re dei bomber rossoblù dopo 24 giornate

Destro, prendi spunto da Di Vaio: è lui il re dei bomber rossoblù dopo 24 giornate

Destro è a quota sette gol, all’inseguimento degli attaccanti che hanno segnato la storia del Bologna.

Arrivato fra squilli di tromba, Mattia Destro ha faticato all’inizio a ripagare l’entusiasmo frenetico del popolo rossoblù. Le prime dieci giornate sono state un tunnel da zero reti da cui l’attaccante venticinquenne non sembrava poter uscire. Ecco poi Donadoni ed ecco, magicamente, che il centravanti ha ritrovato il feeling con la porta, sfruttando occasioni che con Rossi avrebbe fallito malamente.

Il rendimento però non è ancora continuo come il mister pretenderebbe da lui. Sette gol in ventiquattro giornate sono del resto un buon bottino, ma nulla di più per un giocatore col suo talento e che ha vestito maglie pesanti come quelle della Roma e del Milan.

“Stadio” stamani ha voluto tracciare un bilancio, fino a qui, della prima stagione di Destro sotto le Due Torri, confrontandola con quelle di attaccanti che hanno fatto la storia del Bologna, come Baggio, Signori, Gilardino e Di Vaio.

I numeri di questi campioni, al primo anno in rossoblù, dopo ventiquattro giornate parlano chiaro. Il primato di questa speciale classifica spetta all’attuale club manager del club felsineo, Marco Di Vaio, con sedici centri. Secondo posto per Signori con quattordici reti: partito sulla falsariga di Destro (a secco nelle prime otto partite), “Beppegol” si sblocca e dà spettacolo.

Sul gradino più basso del podio Roby Baggio con tredici marcature, seguito da Gilardino con dieci. Insomma, Destro è indietro rispetto a tutti i grandi bomber rossoblù del passato: a lui il compito di recuperare in fretta il tempo (e i gol) persi.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy