Daniel: “Siamo una squadra vera e possiamo contare su una grande difesa”

Daniel: “Siamo una squadra vera e possiamo contare su una grande difesa”

Le parole di Ed Daniel a ‘Il Corriere di Bologna’.

Dopo l’infortunio rimediato da Flowers nei quarti dei playoff contro Agrigento, il destino della Fortitudo sembrava avverso ma ora la Effe è lanciata verso la A1 e dopo aver sconfitto con relativa facilità Treviso si prepara ad affrontare la finale. A trascinare la squadra verso l’ultimo atto dei playoff è stato l’altro americano del roster: Ed Daniel. A inizio stagione il centro classe 90′ aveva faticato molto, complice anche un infortunio alla caviglia, ma piano piano è cresciuto, di pari passo con la squadra, fino a diventare un leader fondamentale nelle ultime serie contro Agrigento e Treviso. Ha chiuso la regular season con una media di 15 punti a gara e 9.7 rimbalzi mentre nei playoff ha faticato di più perchè si è spesso trovato a dover fronteggiare da solo i lunghi avversari, ma non gli ha permesso quasi mai di avere la meglio.

Intervistato da ‘Il Corriere di Bologna’ Daniel racconta così le sue impressioni: “Sono qui apposta per affrontare partite di questo livello. Mi aspettavo di andare così lontano, perchè abbiamo il talento e la forza per farlo e poi siamo una squadra vera. Io sono sempre rimasto tranquillo. Man mano che andava avanti la stagione capivamo che stava nascendo un grande gruppo. Abbiamo avuto anche momenti brutti, di discontinuità, ma serviva tempo. Ora sappiamo di poter contare su tutti, e per prima cosa su una grande difesa”

Lo statunitense parla anche del suo rapporto con coach Boniciolli, col quale aveva avuto un diverbio poi subito risolto, durante gara 2 contro Treviso: “Nessun problema. Il coach fa bene a volere sempre la massima concentrazione, a questo livello non bisogna mai rilassarsi. Più si va avanti più sale il livello delle avversarie quindi deve salire anche il nostro”.

Infine Daniel chiude con una considerazione sulla finale playoff: “Noi siamo bravi a togliere punti di riferimento agli avversari, conosciamo benissimo tutti, possiamo correre o andare piano. L’importante è difendere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy