Dalla panchina alla Nazionale: lo strano percorso delle riserve rossoblù

Dalla panchina alla Nazionale: lo strano percorso delle riserve rossoblù

Quattro calciatori del Bologna, quasi mai titolari negli ultimi tempi, hanno ricevuto la chiamata dalle proprie Nazionali. Ora si attendono le scelte di Conte.

Lo strano percorso“: questo è il titolo della famosa canzone di Max Pezzali, ma potrebbe essere anche quello giusto per raccontare la storia di quattro giocatori rossoblù. Masina, Ferrari, Oikonomou e Constant sono infatti stati convocati dalle rispettive Nazionali, nonostante che nell’ultimo periodo non siano fra i titolarissimi di Donadoni. I primi due sono stati selezionati da Gigi Di Biagio per l’Under 21, che sarà impegnata nelle gare di qualificazione ad Euro 2017 contro Irlanda e Andorra.

Per entrambi una gradita conferma, in attesa di ritrovare costanza di impiego con la maglia del Bologna. Per Oikonomou, invece, sarà l’esordio con la Nazionale maggiore della Grecia, che se la vedrà in amichevole contro Montenegro e Islanda. Il centrale non rientra nell’undici di partenza rossoblù dal match contro il Frosinone, nel quale venne espulso.

Quanto a Constant, convocato dalla Guinea per la doppia sfida col Malawi, fin qui con Donadoni ha visto il campo per appena 121 minuti. In ritardo di condizione, l’ex Milan potrebbe sfruttare l’occasione per mettere minuti importanti nelle gambe e presentarsi al rientro a Casteldebole con una forma migliore.

Infine il capitolo Italia: domenica Conte diramerà la lista dei calciatori a disposizione per le amichevoli di lusso contro Spagna e Germania. In una maglia sperano Mirante e Giaccherini: quest’ultimo ha maggiori possibilità, ma anche il portiere sta attraversando una delle migliori stagioni in carriera e perciò perché non sognare la Nazionale?

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy