Daino: “Bologna è stata importantissima. Adesso mi occupo…”

Daino: “Bologna è stata importantissima. Adesso mi occupo…”

In una lunga intervista a Calcio2000, l’ex difensore del Bologna, Daniele Daino, ha parlato dei suoi inizi con il Milan di Sacchi, dell’esperienza a Bologna e del suo presente

In una recente intervista, Daniele Daino ha speso parole al miele sul Bologna e la città di Bologna: “Bologna è stata una tappa importantissima della mia carriera. Sotto le Due Torri conobbi mia moglie ed è nata mia figlia ma anche Ancona con Gigi Simoni, dove ottenemmo la promozione in Serie A all’ultima giornata a Livorno, davanti a più di 20.000 anconetani, segnando il gol del definitivo 1-1 che ci diede la certezza e ottenendo anche il riconoscimento come miglior giocatore della stagione, così come a Bologna nel 2007-08. Lasciai un buon ricordo in tutte le piazze dove giocai perché facevo la differenza seppur da terzino non era facile, ma ho ancora ritagli di giornale in cui nelle pagelle prendevo 8, cosa che non vedo più nel calcio di oggi. Penso ad Abate o De Sciglio, non arriveranno mai ad essere eletti migliori in campo”.

Per quanto riguarda il presente, Daniele Daino è stato artefice di un bellissimo progetto: “Ho aperto da poco più di un mese una scuola calcio denominata Daino Soccer Academy. Voglio fare in modo che i giovani imparino il gioco del calcio, dando una mano per rafforzare la loro psicologia, stando assieme, rispettando le regole e gli spazi: cercherò di portare qualcuno sul grande palcoscenico, se ne avranno le possibilità e le qualità”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy