Da Sky al Temporary Store: è scoppiata la Bologna-mania

Da Sky al Temporary Store: è scoppiata la Bologna-mania

Il progetto della società di Saputo sta ottenendo risultati non solo sul rettangolo di gioco, ma anche in fatto di merchandising. Sky ha da poco siglato un accordo per i prossimi tre anni con i Rossoblù, mentre le vendite del Temporary Store sono sensibilmente aumentate dall’arrivo di Donadoni.

L’entusiasmo è come un fuoco: basta una scintilla per accenderlo e perché divampi. La scintilla, nel caso del Bologna, è stato l’arrivo in panchina di Roberto Donadoni. L’ex mister del Parma ha portato risultati e una ventata di aria nuova in quel di Casteldebole, ciò di cui aveva bisogno l’ambiente rossoblù. Si è passati in poche settimane dalla depressione del penultimo posto con Rossi, all’esaltazione frutto di sette punti nelle ultime tre gare.

Il progetto della società di Saputo sta ottenendo risultati non solo sul rettangolo di gioco, ma anche in fatto di merchandising. Sky ha da poco siglato un accordo per i prossimi tre anni con i Rossoblù, sintomo di come anche fuori dall’Emilia si cominci a vedere sotto un’altra luce il Bologna. Le visite degli inviati della tv di Murdoch al campo di allenamento sono sempre più frequenti: un modo per pubblicizzare e far conoscere i segreti della rinascita felsinea.

Ma è soprattutto in città che si respira un’altra atmosfera. Le vendite già buone del Temporary Store, lo shop rossoblù in via Cavour, sono sensibilmente aumentate da quando l’arrivo di Donadoni ha impresso un altro passo alla squadra. Inoltre, iniziative come le visite programmate di Destro e Donsah, che hanno fatto registrare il sold out, hanno dato lustro allo store e avvicinato ancor di più la gente al Bologna.

Non che ce ne fosse un gran bisogno. Basta vedere la cornice di pubblico nella gara con la Roma: nonostante la pioggia incessante, 23 mila anime rossoblù hanno sostenuto dal primo all’ultimo minuto la squadra, spingendola verso il pareggio finale. Non è da dimenticare neppure l’esodo dei 2 mila al Bentegodi, nella fondamentale vittoria col Verona, che invasero il settore ospiti.

Dopo la trasferta di Torino, al Dall’Ara arriverà il Napoli e i tifosi sono pronti a rispondere presenti: la curva Bulgarelli è infatti vicina ad essere già esaurita. Insomma, come mai in questi ultimi anni, squadra e città stanno diventando un tutt’uno: obiettivo comune è quello di continuare a cavalcare le ali dell’entusiasmo. Chiamatela pure, Bologna-mania.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy